EN

La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 3: gli altri studi

La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 3: gli altri studi

20/12/2012

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano
Conferenza stampa tenuta dalla professoressa Graziottin il 24 ottobre 2012 a Milano

Sintesi del video e punti chiave

Nella precedente parte della conferenza stampa la professoressa Graziottin ha illustrato i risultati di un recente studio condotto da L. L. Schierbeck e collaboratori, del dipartimento di Endocrinologia dell’Hvidovre Hospital (Danimarca), sui benefici della terapia ormonale sostitutiva: la terapia, assunta per dieci anni, riduce di oltre la metà il rischio cardiovascolare, senza variare il rischio globale di tumore al seno. I vantaggi sono ancora più consistenti per le donne molto giovani e per le isterectomizzate.
Questo studio è coerente con i dati delle precedenti ricerche?
Nella terza parte della conferenza stampa, la professoressa Graziottin risponde affermativamente a questa domanda, e illustra in particolare:
- come tutti i più importanti studi osservazionali e trial randomizzati controllati confermino la riduzione del rischio cardiovascolare nelle donne che iniziano la terapia ormonale subito dopo la menopausa, e tanto più in giovane età;
- il trend della protezione cardiovascolare in donne di età via via crescente;
- come i range di confidenza rendano questi studi statistici assolutamente impeccabili dal punto di vista della significatività.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

Per approfondire

Schierbeck LL, Rejnmark L, Tofteng CL, Stilgren L, Eiken P, Mosekilde L, Køber L, Jensen JE.
Effect of hormone replacement therapy on cardiovascular events in recently postmenopausal women: randomised trial
BMJ. 2012 Oct 9; 345: e6409. doi: 10.1136/bmj.e6409

Parole chiave:
Apparato e patologie cardiovascolari Menopausa / Sintomi menopausali Terapia ormonale sostitutiva

Iscriviti alla newsletter