Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin

News

Alessandra Graziottin al IV Forum Paidòss e della Società Italiana Medici Pediatri (SIMPe) di Bologna


Oggi la professoressa Graziottin prenderà parte al IV Forum organizzato a Bologna dalla Società Italiana Medici Pediatri (SIMPe) e dall'Osservatorio Nazionale sulla salute dell'infanzia e dell'adolescenza (Paidoss), con una relazione su "Le basi organiche della collera giovanile".

Alessandra Graziottin al corso ECM su "Il dolore al femminile" di Torino


Martedì, 10 ottobre, la professoressa Graziottin ha preso parte al corso ECM su "Il dolore al femminile", organizzato a Torino in occasione della Giornata mondiale della salute mentale, con una lettura su "Mestruazioni, infiammazione e comorbilità".

Alessandra Graziottin al 92° Congresso Nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO)


Lunedì, 9 ottobre, la professoressa Graziottin ha preso parte al 92° Congresso Nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), organizzato a Roma, con una lettura su "Non solo vampate: soluzioni non ormonali in perimenopausa".

La professoressa Graziottin al IV Corso di aggiornamento su "La patologia del tratto genitale inferiore: fatti e misfatti"


Venerdì 6 ottobre Alessandra Graziottin ha partecipato al IV Corso di aggiornamento su "La patologia del tratto genitale inferiore: fatti e misfatti", organizzato a Milano dall'Ospedale dei Bambini V. Buzzi, con il patrocinio della Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus.

La professoressa è stata, insieme con il dottor Filippo Murina, moderatrice e discussant della sessione su "Sessualità, dolore e fasi di vita della donna", e ha tenuto una lettura su "Dolore sessuale e comorbilità nella patologia vulvare".

Medicina di genere: il contributo di Alessandra Graziottin a un nuovo corso ECM on line


"Medicina di Genere: oltre la Pillola Rosa e la Pillola Blu": è questo il titolo del nuovo corso ECM in modalità FAD sviluppato da By-Business Center e al quale la professoressa Graziottin partecipa con una lezione su "Mestruazioni, infiammazioni e comorbilità".

Il corso assegna 50 crediti ed è destinato a tutte le professioni sanitarie.

La medicina di genere studia l’influenza del sesso e del genere su fisiologia, fisiopatologia e patologia umana.

Negli ultimi anni le istituzioni sanitarie internazionali (WHO, OMS, CE, NIH) hanno sottolineato come la medicina di genere rappresenti un obiettivo strategico per la sanità pubblica e hanno formalmente richiesto che l’attenzione alle differenze di genere diventi pratica standard nella ricerca di base, nella ricerca clinica e nelle politiche sanitarie.

Il corso, articolato in 21 lezioni e attivo fino al 1 marzo 2018, affronta questa tematica in un'ottica interdisciplinare biologica e medica, con uno sguardo anche alle questioni che riguardano l’assistenza e gli stili di vita.

5 per mille e donazioni on line alla Fondazione Alessandra Graziottin (codice fiscale: 06082920965): ecco come fare


Il codice fiscale della Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus per la destinazione del 5 per mille è: 06082920965.

Sul sito della Fondazione è disponibile anche un form per effettuare donazioni, e aiutarci così nella nostra attività a favore delle donne e della loro salute.

Per accedere al form, basta cliccare sulla voce “Donazioni” del menu “Fondazione” posta a sinistra della pagina. La compilazione del form è agevolata dalla “Guida alla donazione” e dalla “Guida ai vantaggi fiscali”.

Ricordiamo che le donazioni effettuate alla nostra Fondazione godono dei seguenti vantaggi fiscali:
per le persone fisiche:
- la donazione è deducibile dal reddito dichiarato fino al 10% del reddito dichiarato stesso e comunque fino a € 70.000,00 (art. 14 del Decreto Legge 35/2005 convertito in legge n. 80 del 2005);
oppure
- la donazione è detraibile dall’imposta lorda ai fini IRPEF per un importo pari al 26% della donazione stessa, sino a un valore massimo di € 30.000,00 (art 15, c. 1.1 del D.P.R. 917/1986);
per le società:
- l’erogazione è deducibile dal reddito dichiarato fino al 10% del reddito dichiarato stesso e comunque fino a € 70.000,00 (art. 14 del Decreto Legge 35/2005 convertito in legge n. 80 del 2005);
oppure
- l’erogazione è deducibile per un importo non superiore a € 30.000,00 o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art. 100, c. 2 lettera h), del D.P.R. 917/1986).

Le due agevolazioni sono fra loro alternative.

Per fruirne, le erogazioni liberali devono essere effettuate con versamento bancario (bonifico) o postale, o con carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari. Per le erogazioni liberali effettuate con carte di credito è sufficiente la tenuta o l'esibizione, in caso di eventuale richiesta dell'Amministrazione Finanziaria, dell'estratto conto della società che gestisce la carta. Per le erogazioni effettuate con gli altri mezzi occorre conservare il documento che comprova l'effettuazione del versamento (contabile bancaria di bonifico, ecc.). La Fondazione trasmetterà comunque mail di conferma dell'erogazione ricevuta.

Grazie al vostro aiuto, la Fondazione Alessandra Graziottin potrà perseguire con sempre maggiore efficacia i propri obiettivi istituzionali:
a) sviluppare la cultura del dolore in Italia e in ambito internazionale, a livello scientifico, clinico e divulgativo;
b) incrementare l’attenzione diagnostica e terapeutica al dolore e alle sindromi caratterizzate da dolore, al fine di aumentare significativamente il numero di persone malate che possano beneficiare di terapie antalgiche efficaci;
c) formare personale medico e paramedico accreditato nella terapia del dolore nella donna, nelle sue diverse declinazioni specialistiche.

Ringraziamo sin d’ora tutti coloro che vorranno sostenerci in questa importante missione etica e scientifica.

© 2017 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.