Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Elemento angolo titolo sezioneAudio & Video stream

Dolore pelvico: cause acute e croniche – Parte 2

L’endometriosi è una patologia complessa e impegnativa che provoca dolore pelvico cronico. Oggi assistiamo a un radicale mutamento dei paradigmi diagnostici, che mira a rendere più tempestive ed efficaci le terapie. Al centro della questione, la consapevolezza che la verità dei sintomi del corpo è più importante delle indicazioni degli esami strumentali e che la semeiotica medica è fondamentale per proteggere la salute e la qualità di vita delle pazienti...

Ascolta l'intervista

Elemento angolo titolo sezioneSalute e benessere

Un’armatura di ruggine: menopausa precoce e artrosi

«Ho sempre fatto tanto sport. Mi dava energia, mi faceva stare allegra e positiva. Mi piaceva correre in campagna o nei boschi. Due anni fa, a 41 anni, comincio a dormire poco e male, io che sono sempre stata un tasso. “Stress”, ha detto il medico. Ero più ansiosa, più irritabile. Prima delle mestruazioni ero così aggressiva che mi venivano i nervi con me stessa, perché mi rendevo conto che erano reazioni esagerate. Comincio ad avere le mani gonfie al mattino, rigide, con doloretti fastidiosi. Poi dolori ai piedi, alle ginocchia, alle anche...

Articolo completo

Elemento angolo titolo sezionePrimo piano

Autoprescrizione di farmaci, un'anarchia pericolosa

«Mia figlia adesso ha un fidanzatino. Non è che mi resta incinta?, ho pensato. E allora a mia figlia la pillola l’ho data io, così stiamo tutti tranquilli…». «Quale pillola?!». «Quella che lei mi ha prescritto. Io sto benissimo, e così l’ho data anche a lei… Però ha sempre perditine di sangue: una visitina ci vuole, giusto?»...

Articolo completo

Elemento angolo titolo sezioneLe vostre domande

Acne persistente: come combatterla

“Gentile professoressa, nostra figlia ha sempre avuto problemi con l’acne. Oggi ha 21 anni e, con la pillola, la situazione è un po’ migliorata. Ma continua ad avere fastidiosi foruncoli che le rendono la vita impossibile. I saponi e le creme antibiotiche, sino ad ora, sono serviti a ben poco. Eppure sarebbe proprio una bella ragazza! Che cosa può fare per eliminare una volta per tutte questo problema?”...

Articolo completo

Elemento angolo titolo sezioneLa tua ginecologa

Bulimia alimentare e promiscuità sessuale: che cosa le unisce

Uno scorretto rapporto con il cibo, soprattutto di tipo bulimico, può associarsi a una tendenza alla bulimia anche sul fronte sessuale. La promiscuità, a sua volta, può esporre a gravi rischi per l’integrità personale e la salute. I segnali d’allarme non mancano: famiglie e scuola dovrebbero tenerli presente per un’efficace azione preventiva.
In questo articolo, la professoressa Graziottin illustra:
- come la correlazione fra bulimia alimentare e bulimia sessuale non sia una regola rigida, ma meriti in ogni caso un’adeguata attenzione;
- gli indizi comportamentali che possono rivelare la presenza di un disturbo alimentare e/o sessuale di tipo bulimico;
- i rischi ginecologici di un alterato introito calorico, e quelli legati a un’eccessiva disinvoltura sessuale;
- in che modo i genitori possono affrontare l’argomento, soprattutto quando la giovane tende a minimizzare il problema.

Articolo completo

Elemento angolo titolo sezioneAggiornamenti scientifici

Graziottin A.
L’aumento di peso in gravidanza accresce il rischio ostetrico in una gravidanza successiva
“Science News” - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

Verificare in che misura l’aumento di peso in gravidanza influenzi il rischio ostetrico in una gravidanza successiva: è questo l’obiettivo dello studio coordinato da Noor Teulings, ed espressione del Department of Public Health and Primary Care, dei Metabolic Research Laboratories and MRC Metabolic Diseases Unit, e del Department of Obstetrics and Gynaecology dell’Università di Cambridge, Regno Unito...

Articolo completo

Elemento angolo titolo sezioneSchede mediche

Eiaculazione precoce: quello che l'uomo e la donna vogliono sapere - Parte seconda: Le terapie

L’eiaculazione precoce costituisce un disturbo sessuale molto frequente, con forte componente genetica. Fattori biologici acquisiti possono ulteriormente accelerare il riflesso eiaculatorio. Componenti psicosessuali, personali e/o sorte da problemi relazionali di coppia possono ulteriormente modulare la velocità del riflesso eiaculatorio e l’intensità del piacere percepito. Nella seconda parte di questa scheda illustriamo tutte le terapie del disturbo, con particolare attenzione alle cure locali...

Articolo completo