Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
28/02/2013

La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 10: messaggi chiave e conclusioni


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

Conferenza stampa tenuta dalla professoressa Graziottin il 24 ottobre 2012 a Milano
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 10: messaggi chiave e conclusioni

Sintesi del video e punti chiave

Concludiamo oggi la pubblicazione della conferenza stampa recentemente tenuta dalla professoressa Graziottin sui benefici della terapia ormonale sostitutiva (TOS): come la precedente, anche quest’ultima puntata è dedicata alle domande poste dai giornalisti. Il messaggio chiave che ancora una volta emerge con forza dal dibattito è che, per la donna in menopausa, gli estrogeni non sono la panacea: ma sono un ingrediente fondamentale, da usare con intelligenza clinica, all’età giusta e nelle dosi appropriate, in sinergia con i giusti stili di vita. Se si prende in considerazione la corretta fascia di età, tutti i maggiori studi sono concordi nel ribadire questo dato di fatto.
Quali sono le tipologie di ormoni oggi più indicate? Perché il movimento fisico è essenziale per ottimizzare l’azione della terapia? Quali insegnamento abbiamo ricavato dalla controversa esperienza della Women’s Health Initiative (WHI)?
La professoressa Graziottin illustra:
- come gli ormoni considerati oggi più efficaci siano quelli bioidentici: estradiolo e progesterone naturale;
- i vantaggi metabolici di queste molecole, e le vie di somministrazione preferenziali;
- che cos’è il drospirenone e quali benefici aggiuntivi comporta;
- un esempio di prodotto naturale – il prezzemolo – che, ad alte dosi, può essere molto pericoloso;
- perché il movimento fisico è indispensabile alla salute;
- il ruolo specifico dello sport nella protezione dell’apparato osteoarticolare;
- l’effetto del fumo sugli indici di rischio cardiovascolare;
- come dopo il WHI siano cambiate tre variabili cardine della terapia: il tipo di ormoni utilizzato, i dosaggi e l’età di somministrazione.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

top

Per approfondire

Schierbeck LL, Rejnmark L, Tofteng CL, Stilgren L, Eiken P, Mosekilde L, Køber L, Jensen JE.
Effect of hormone replacement therapy on cardiovascular events in recently postmenopausal women: randomised trial
BMJ. 2012 Oct 9; 345: e6409. doi: 10.1136/bmj.e6409

top


Audio e video stream correlati:
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 9: approfondimenti sulle indicazioni
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 8: chi può farla in piena sicurezza?
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 7: impatto sui costi sanitari
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 6: effetti sul sistema nervoso centrale e sulle articolazioni
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 5: che cosa dice veramente la Women's Health Initiative (WHI)
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 4: evidenze fisiopatologiche
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 3: gli altri studi
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 2: rischio cardiovascolare
La rivincita della terapia ormonale sostitutiva – Parte 1: aspetti generali

Parole chiave:
Infarto e malattie cardiovascolari - Menopausa / Sintomi menopausali - Terapia ormonale sostitutiva


© 2013 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.