EN

Eiaculazione precoce: un problema sottovalutato – Parte 7: Anamnesi e diagnosi

Eiaculazione precoce: un problema sottovalutato – Parte 7: Anamnesi e diagnosi

28/03/2019

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

L’eiaculazione, riconoscendo diversi fattori predisponenti, richiede un’attenta diagnosi differenziale. Come si imposta questa delicata fase del percorso terapeutico e come si conduce, in particolare, l’anamnesi personale?
In questo video la professoressa Graziottin illustra:
- quali fattori vengono evidenziati attraverso la storia clinica del paziente;
- perché può essere utile cronometrare il tempo di latenza eiaculatoria intravaginale in un rapporto reale;
- l’eventuale necessità di valutare i livelli del testosterone e degli ormoni tiroidei;
- perché è utile prestare attenzione al peso corporeo;
- che cosa ci dicono i dati europei sul ricorso ad alcol e droghe per durare di più;
- perché questi accorgimenti devono essere assolutamente scoraggiati.

Per gentile concessione di M.D. webtv

Parole chiave:
Alcol Diagnosi differenziale Dipendenze, droghe e doping Disturbi sessuali maschili Eiaculazione precoce Peso corporeo

Iscriviti alla newsletter