EN

Secchezza vaginale in menopausa: il ruolo delle ghiandole del Bartolino

Secchezza vaginale in menopausa: il ruolo delle ghiandole del Bartolino

28/01/2021

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

La secchezza vaginale è uno dei sintomi più frequenti e fastidiosi della menopausa. Il problema, oltre che dall’involuzione della parete interna della vagina, è determinato dalla progressiva atrofia delle ghiandole del Bartolino, che in condizioni fisiologiche secernono un liquido oleoso che mantiene in forma i tessuti e facilità l’intimità.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- dove si trovano le ghiandole del Bartolino, e quali funzioni svolgono;
- come queste ghiandole risentano dall’azione nutritiva degli estrogeni e quindi, in menopausa, tendano ad atrofizzarsi;
- quante donne soffrono mediamente di secchezza vaginale a dieci anni dalla menopausa;
- i benefici di una terapia ormonale sostitutiva almeno locale;
- quali ormoni possono essere utilizzati per ritrovare una buona lubrificazione vaginale e il piacere di fare l’amore.

Realizzazione tecnica di Monica Sansone

Parole chiave:
Estrogeni Ghiandole del Bartolino Menopausa / Sintomi menopausali Secchezza vaginale Terapia ormonale locale

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su questo e altri temi di salute e benessere con la nostra newsletter quindicinale

Iscriviti alla newsletter