EN

Integratori in gravidanza: i benefici per la mamma e il bambino – Parte 2

Integratori in gravidanza: i benefici per la mamma e il bambino – Parte 2

09/11/2017

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

Il buon esito della gravidanza e del parto dipende dal rapporto equilibrato di diverse variabili: in questo senso, la gestazione è una grande lezione sull’importanza di rispettare sempre, in ogni circostanza, la giusta misura delle cose. Per esempio, un bambino sottopeso alla nascita è piccolo che soffre: ma anche un neonato macrosoma può avere, negli anni successivi, seri problemi di salute. Allo stesso modo, un parto al momento giusto è un evento fisiologico: un parto prematuro o ritardato può invece comportare gravi rischi per la mamma e per il nascituro.
Nella seconda parte di questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come ciò che accade nei primi mille giorni dopo il concepimento condizioni la salute dei figli sino all’età matura, e in particolare la vulnerabilità al sovrappeso, al diabete e all’ipertensione;
- quali vitamine e oligoelementi deve contenere un buon integratore ottimizzato per la gestazione: omega 3, ferro, vitamine del gruppo B, iodio, selenio, zinco, vitamina D;
- quali rischi comporta l’anemia materna da carenza di ferro;
- perché è opportuno somministrare l’acido folico nella forma del metil-tetra-idrofolato;
- le principali funzioni della vitamina D;
- come gli integratori vadano sempre assunti nelle giuste dosi e sotto stretto controllo medico.

Per gentile concessione di Medicina e Informazione WebTv

Parole chiave:
Acido folico / Vitamina B9 Anemia Ferro Genetica e fattori genetici Gravidanza Integratori alimentari Iodio Omega 3 e omega 6 Parto vaginale / Parto cesareo Selenio Vitamina D Vitamine e oligoelementi Zinco

Iscriviti alla newsletter