EN

Integratori in gravidanza: i benefici per la mamma e il bambino – Parte 1

Integratori in gravidanza: i benefici per la mamma e il bambino – Parte 1

02/11/2017

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

Un’adeguata integrazione di oligoelementi e multivitaminici, prima e durante la gravidanza, è fondamentale non solo per il corretto sviluppo del bambino ma anche per la salute della mamma. Gli integratori, però, devono essere accompagnati da stili di vita sani. Per contro, la carenza nutrizionale di sostanze come gli acidi grassi, lo zinco, il selenio, il magnesio e l’acido folico può comportare gravi rischi per entrambi.
Nella prima parte di questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- i principali benefici degli integratori per la donna in attesa: minor rischio di ipertensione, di distacco della placenta, di parto pretermine e di depressione post parto;
- come gli integratori, inoltre, ottimizzino la competenza immunitaria della madre nel delicatissimo periodo della gestazione, consentano di gestire al meglio eventuali eventi stressanti sul piano fisico e psicologico, e garantiscano il migliore metabolismo energetico, riducendo il rischio di iposviluppo del feto;
- i vantaggi per il piccolo: minore rischio di aborto spontaneo e di malformazioni, peso ideale alla nascita, e soprattutto – a livello epigenetico – espressione ottimale dei geni che codificano i talenti e le abilità, e contenimento dell’espressività e della penetranza dei geni patologici;
- l’importanza che la donna inizi a prendere gli integratori prima del concepimento, perché dopo – per molte delle loro funzioni – può essere troppo tardi.

Per gentile concessione di Medicina e Informazione WebTv

Parole chiave:
Aborto spontaneo Concepimento Genetica e fattori genetici Gravidanza Integratori alimentari Ipertensione Malformazioni Parto vaginale / Parto cesareo Sistema immunitario Vitamine e oligoelementi

Iscriviti alla newsletter