Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
12/10/2008

Contraccezione ormonale: vie di somministrazione e vantaggi per la salute


Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

A cura di: Roberta Lupi e Valeria Colangelo (Radio Radio)
Sintesi dell'intervista e punti chiave

Contraccezione ormonale: vie di somministrazione e vantaggi per la salute

Scarica l'intervista:
Contraccezione ormonale: vie di somministrazione e vantaggi per la salute
(4.306 kByte)

Sintesi dell'intervista e punti chiave

Una contraccezione ormonale personalizzata protegge la giovane dalle gravidanze indesiderate, le consente di vivere senza ansie l’amore e la sessualità, ed è anche una preziosa alleata per la salute. Molte giovani coppie, però, provano imbarazzo a parlarne con il medico, o pensano che la decisione in merito riguardi solo la donna. Una scelta informata e condivisa esprime invece una positiva assunzione di responsabilità non solo nei confronti della propria fecondità oggi, ma anche dei figli che eventualmente verranno domani. Quali sono le vie di somministrazione più efficaci per le giovani coppie? Da che cosa dipende la loro sicurezza? Quali vantaggi presentano per la salute in generale? Esistono altri metodi ugualmente affidabili?
In questa intervista illustriamo:
- che cos’è un contraccettivo ormonale, e perché è in grado di bloccare l’ovulazione;
- la modalità di funzionamento e la via di somministrazione dei tre contraccettivi ormonali oggi in commercio: la pillola, il cerotto transdermico e l’anello vaginale;
- l’efficacia di questi metodi e da quali fattori è influenzata;
- perché, in caso di dimenticanza, il cerotto e l’anello garantiscono una maggiore protezione rispetto alla pillola;
- le limitate controindicazioni dell’anello vaginale;
- per quali motivi, in Italia, l’utilizzo da parte delle donne è più corretto che in altri Paesi;
- i vantaggi della contraccezione ormonale per la salute della giovane, con particolare riguardo alle anemie da carenza di ferro, alla dismenorrea, alla sindrome premestruale, alle cisti ovariche e alla micropolicistosi ovarica (a sua volta causa di acne, ipertricosi e irsutismo);
- perché la contraccezione ormonale è – anche da un punto di vista psicologico, relazionale e sessuale – la scelta migliore per una giovane donna;
- le caratteristiche e i vantaggi della spirale intrauterina, e come essa sia consigliata soprattutto alle donne che abbiano già avuto almeno un figlio;
- per quali motivi la spirale intrauterina potrebbe non funzionare correttamente: inserimento non corretto; fibromi sottomucosi non diagnosticati; dismenorrea con forti contrazioni uterine;
- l’importanza, dopo l’inserimento della spirale, di sottoporsi a controlli periodici per verificare la corretta posizione del dispositivo e la presenza di eventuali patologie che potrebbero comprometterne il corretto funzionamento;
- perché, dopo un rapporto soddisfacente, alcune persone si sentono profondamente rilassate e si addormentano subito, mentre altre, ugualmente appagate, avvertono un forte appetito e una grande energia vitale dentro di sé.

top


Audio e video stream correlati:
Pillola e fertilità, un'alleanza vincente
Pillola contraccettiva e salute femminile
Cura dell'ipertensione: il contributo della pillola contraccettiva
Pillola contraccettiva: la vostra esperienza è preziosa
Cerotto contraccettivo e peso corporeo: un'alleanza positiva
Una contraccezione su misura per ogni età e ogni esigenza
Contraccezione ormonale: i criteri di scelta
Contraccezione ormonale e sessualità

Parole chiave:
Contraccezione ormonale - Salute femminile


© 2008 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.