EN

Microbiota intestinale: che cos'è, come influisce sulla salute – Parte 1

Microbiota intestinale: che cos'è, come influisce sulla salute – Parte 1

04/07/2019

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi dell'intervista e punti chiave

La parola “microbiota” deriva dal greco antico e significa “piccola vita”. Nella medicina moderna, indica gli oltre 300 trilioni di microrganismi che abitano il nostro intestino: due chilogrammi in tutto, oltre mille specie di cui solo un terzo ci è interamente noto dal punto di vista genetico e funzionale. Questi minuscoli ospiti sono assortiti in modo diverso da un individuo a un altro, e sono essenziali per la nostra stessa vita.
Nella prima parte di questa intervista, la professoressa Graziottin illustra:
- le principali funzioni a cui il microbiota intestinale collabora attivamente: processazione degli alimenti; sintesi delle vitamine; manutenzione della parete intestinale; percezione del dolore; tono dell’umore ed emozioni;
- che cosa si intende, parlando della parete intestinale, con l’espressione “frontiera selettiva”;
- che cosa accade quando questa frontiera biologica non funziona come dovrebbe;
- come l’intestino contenga cellule nervose e neurotrasmettitori, configurandosi quindi come un vero e proprio “cervello” viscerale;
- alcuni aspetti della vita governati da questo particolare cervello, fra cui il rapporto con l’ambiente, e il maggiore o minore assorbimento dei cibi;
- perché alcune persone tendono a ingrassare anche se mangiano di preferenza frutta e verdura;
- come lo stile di vita alimentare non possa essere uguale per tutti, ma debba adattarsi, nei limiti delle conoscenze attuali, alle caratteristiche intestinali di ciascuno.

Per gentile concessione di Radio Gamma Cinque

Parole chiave:
Alimentazione e dieta Cervello viscerale / Sistema nervoso enterico Intestino / Salute dell'intestino Microbiota intestinale Obesità Peso corporeo

Iscriviti alla newsletter