Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
11/09/2014

Dolore urogenitale nella donna: strategie di prevenzione e di cura


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

Intervista rilasciata a margine del VI workshop della Società Italiana di Fitoterapia ed Integratori in Ostetricia e Ginecologia (SIFIOG), organizzato il 29 novembre 2013, a Milano, con il patrocinio della Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus
Dolore urogenitale nella donna: strategie di prevenzione e di cura

Sintesi del video e punti chiave

Il dolore urogenitale nella donna è determinato da numerose cause interrelate: la cura e la prevenzione richiedono quindi strategie complesse, volte a ristabilire le condizioni fisiologiche della vescica e della vagina. In particolare, quando l’infiammazione è provocata da germi patogeni, va evitata ogni “escalation” di antibiotici, che a medio-lungo termine può rivelarsi controproducente, e si deve piuttosto lavorare sul terreno biologico che ospita questi germi, eliminandone alla radice la presenza e l’azione.
Quali sono le linee terapeutiche da tenere sempre presenti? Che cosa sono i biofilm e i lattobacilli? Perché nel 30 per cento dei casi la cistite tende a recidivare, anche in presenza di urocolture negative?
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- i tre pilastri della prevenzione delle infezioni urogenitali: normalizzazione dell’intestino, con particolare riferimento alla stipsi e alle alterazioni della barriera intestinale che facilitano il passaggio dell’Escherichia Coli nella vescica e nella vagina; rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico, il cui ipertono predispone alle recidive di Candida e alla vestibolite vulvare; mantenimento del giusto livello di estrogeni in vagina, per evitare alterazioni dell’ecosistema a vantaggio di germi dannosi;
- che cosa sono i biofilm fisiologici e patogeni;
- come i germi patogeni possano extracellulari e intracellulari, i più insidiosi dal punto di vista della resistenza e dell’aggressività;
- che cosa sono i Lattobacilli e quali utili funzioni svolgono all’interno della vagina;
- che cosa accade ai Lattobacilli se in vagina sussiste una carenza estrogenica e/o una predominanza di germi patogeni;
- gli eventi che portano i germi intestinali a insediarsi stabilmente all’interno delle cellule dell’urotelio, predisponendo la donna alle cistiti recidivanti e opponendo una forte resistenza sia al contrattacco del sistema immunitario, sia all’azione degli antibiotici;
- perché la cistite può manifestarsi anche con esami colturali negativi.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

top


Audio e video stream correlati:
Cistite: sintomi e cause
Destro mannosio: un rimedio efficace contro le cistiti e le vaginiti recidivanti
Cistite recidivante post coitale: una strategia di cura integrata
Vaginiti e cistiti recidivanti: un nuovo modo di combatterle – Parte 3
Vaginiti e cistiti recidivanti: un nuovo modo di combatterle – Parte 2
Vaginiti e cistiti recidivanti: un nuovo modo di combatterle – Parte 1
Vaginiti e cistiti: quattro rimedi naturali per vincere le recidive
Vaginite da Candida – Parte 2: biofilm patogeni e probiotici

Parole chiave:
Biofilm patogeni - Candida recidivante - Cistite / Cistite recidivante - Disturbi gastrointestinali - Ecosistema vaginale / Microbiota vaginale - Lattobacilli - Pavimento pelvico iperattivo/ipoattivo - Stipsi - Vaginite / Vaginite recidivante


© 2014 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.