EN

Microbiota della donna: i fattori condizionanti – Parte 2: farmaci

Microbiota della donna: i fattori condizionanti – Parte 2: farmaci

03/03/2022

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

Il microbiota intestinale può essere danneggiato da molti tipi di farmaci, e in particolare dagli antibiotici e dai chemioterapici: la prima linea di difesa è costituita da una sana alimentazione e soprattutto dall’assunzione di probiotici e prebiotici. Gli antibiotici, inoltre, vanno utilizzati solo quando strettamente necessario.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come gli antibiotici siano indicati solo in caso di infezione batterica grave;
- le alternative di cura per le infezioni da funghi e protozoi;
- quanto tempo può occorrere per ripristinare il microbiota intestinale fisiologico dopo un ciclo di antibiotici;
- perché i chemioterapici possono provocare gravi alterazioni della flora e della mucosa intestinale, con diarrea, gonfiore, infiammazione, disidratazione e malassorbimento;
- la differenza fra probiotici (microrganismi vivi presenti nel tratto intestinale, come batteri e lieviti) e prebiotici (sostanze non digeribili dall’organismo, la cui azione favorisce lo sviluppo e l’attività dei batteri amici, come i bifidobatteri e il lattobacilli).

Realizzazione tecnica di Monica Sansone

Parole chiave:
Antibiotici Chemioterapia Disturbi gastrointestinali Infiammazione Intestino / Salute dell'intestino Microbiota e microbioma Probiotici, prebiotici e simbiotici

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su questo e altri temi di salute e benessere con la nostra newsletter quindicinale

Iscriviti alla newsletter