Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
21/07/2016

Antibiotici: quando e in che modo assumerli


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano
Antibiotici: quando e in che modo assumerli

Sintesi del video e punti chiave

Nelle precedenti puntate abbiamo visto che cos’è il microbiota vaginale e che cosa accade quando la donna si ammala di vaginite. Oggi concludiamo il nostro approfondimento esaminando gli effetti degli antibiotici sugli ecosistemi intestinale, vaginale e cutaneo, e come limitarne i potenziali danni.
Gli antibiotici possono essere assunti senza problemi? Che cosa bisogna fare per proteggere gli ecosistemi del nostro corpo durante la terapia?
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- a quali precise condizioni gli antibiotici possono e debbono essere presi;
- gli atteggiamenti scorretti nell’assunzione di questi potentissimi farmaci;
- come un eccesso di antibiotici in età pediatrica possa avere gravi conseguenze dopo la pubertà;
- gli effetti a lungo termine di una terapia antibiotica importante;
- come limitare gli effetti collaterali: alimentazione sana, assunzione di prebiotici e probiotici;
- i cibi proibiti e quelli utili;
- perché è importante assumere molte fibre;
- che cosa sono i probiotici, i prebiotici e i simbiotici;
- come mantenere, in particolare, un equilibrato microbiota vaginale: mantenimento di un pH adeguato; assunzione di probiotici, acido lattico e glicogeno.

Realizzazione tecnica di Clorofilla Web

top


Audio e video stream correlati:
Vaginite: che cos'è e da quali fattori può essere provocata
Microbiota vaginale: come si fa a sapere se il pH è cambiato
Microbiota vaginale: quali fattori lo possono alterare
Microbiota vaginale: che cos'è, come cambia nel tempo

Parole chiave:
Acido lattico - Alimentazione e dieta - Antibiotici - Ecosistema vaginale / Microbiota vaginale - Glicogeno - pH vaginale - Probiotici, prebiotici e simbiotici


© 2016 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.