Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
15/03/2018

Malattie sessualmente trasmesse: come si diffondono, come difendersi – Parte 1


Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

A cura di: Claudia Barigozzi

Video realizzato da Telecolor per la trasmissione “Salute, i segreti del corpo”
Malattie sessualmente trasmesse: come si diffondono, come difendersi – Parte 1

Sintesi del video e punti chiave

I numeri dell’Istituto Superiore della Sanità parlano chiaro: l’HIV è tutt’altro che debellato e in molti casi è ancora mortale. Ma non è la sola malattia sessualmente trasmessa di cui avere paura: anche la sifilide, che sembrava vinta grazie agli antibiotici, si sta nuovamente diffondendo in modo molto aggressivo. Nella maggior parte dei casi, all’origine del contagio c’è un rapporto sessuale non protetto dal profilattico.
Nella prima parte di questo video la professoressa Graziottin illustra:
- le statistiche italiane sulla diffusione dell’HIV e della sifilide, e sulla mortalità per AIDS conclamato;
- la fascia di età più a rischio;
- come spesso la persona colpita sia portatrice di più infezioni a diverso periodo di incubazione, il che complica le indagini cliniche che i medici sono chiamati a svolgere;
- perché, a partire dal 2005, l’uso del profilattico si è progressivamente ridotto;
- come, nonostante gli indubbi progressi registrati sul fronte delle terapie, l’AIDS resti una malattia estremamente pericolosa;
- le tre sfide che la nostra società si trova ad affrontare: ridurre le infezioni e i fattori di vulnerabilità sessuale; migliorare ulteriormente i risultati di sopravvivenza; ampliare l’intervallo di tempo che intercorre fra l’infezione da HIV e l’esordio dell’AIDS vero e proprio;
- la differenza fra aspettativa di vita e aspettativa di salute, e perché è indispensabile migliorare entrambe;
- le cinque motivazioni che portano a cercare il sesso: ricreativa, strumentale, passionale, procreativo-progettuale, riparativa;
- quali sono le motivazioni che espongono al maggior rischio di rapporti non protetti e di conseguenti infezioni;
- come il profilattico debba essere usato in ogni tipo di rapporto, sin dall’inizio del rapporto.

Per gentile concessione di Telecolor

top


Audio e video stream correlati:
Malattie sessualmente trasmesse: come si diffondono, come difendersi – Parte 3
Malattie sessualmente trasmesse: come si diffondono, come difendersi – Parte 2
Malattie sessualmente trasmesse - Parte 4: l'importanza dell'autoprotezione
Malattie sessualmente trasmesse - Parte 1: modalità di contagio, tempi di latenza
Malattie a trasmissione sessuale: quali sono le principali?

Parole chiave:
Aids / Hiv - Aspettativa di vita e di salute - Malattie sessualmente trasmesse - Profilattico - Rapporti sessuali - Sifilide


© 2018 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.