Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
21/03/2013

La pillola che combatte i sintomi mestruali e protegge la fertilità


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

Intervista rilasciata in occasione del 15th World Congress of Gynecological Endocrinology, organizzato dalla International Society of Gynecological Endocrinology (ISGE), Firenze, 7-10 marzo 2012

La pillola che combatte i sintomi mestruali e protegge la fertilità

Sintesi del video e punti chiave

Attenuazione dei cicli lunghi e abbondanti, cura dei sintomi premestruali, protezione della fertilità: la risposta a queste diverse esigenze è fornita dalla pillola all’estradiolo (estrogeno naturale) e dienogest, in commercio dal 2009 e approvata dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) per la cura dei flussi mestruali eccessivi.
Come dimostrano gli studi più recenti, gli eventi biologici che avviano la mestruazione sono la caduta dei livelli di estrogeni e progesterone, e la conseguente attivazione dei mastociti, che provoca lo sfaldamento e l’espulsione del tessuto basale dell’endometrio, ma anche un picco infiammatorio che si estende a tutto l’organismo. Questa pillola risponde perfettamente alla fisiopatologia del ciclo, “calmando” l’infiammazione, riducendo i sintomi correlati e proteggendo, nel lungo periodo, la fertilità. Una donna infiammata, infatti, è anche una donna poco fertile, e la nuova pillola è stata progettata proprio tenendo conto di questo principio rivoluzionario.
Quali sono i benefici specifici dell’estradiolo e del dienogest? Quali vantaggi terapeutici offre questo prodotto rispetto ad altri pur efficaci contraccettivi?
In questo video la professoressa Graziottin illustra:
- come l’estradiolo venga rilasciato in misura costante nei 28 giorni del ciclo, con valori medi intorno ai 50 picogrammi per millilitro;
- perché questa specifica dose, e la sua stabilità nel tempo, sono ottimali per il benessere della donna;
- le positive conseguenze per la salute dell’ovaio e la fertilità, anche in caso di fecondazione assistita;
- il ruolo del dienogest nel ridurre la risposta infiammatoria a livello dell’endometrio e, di conseguenza, la quantità e durata del ciclo;
- i dati di efficacia del prodotto rispetto al placebo e alla pillola al levonorgestrel;
- come il processo di sviluppo di questa pillola confermi l’importanza di una conoscenza approfondita della fisiopatologia dei disturbi che si vogliono curare.

Per gentile concessione di MedLine.TV

top


Audio e video stream correlati:
Pillola naturale 26+2, la migliore per attenuare i disturbi mestruali
Contraccezione e funzione sessuale: i vantaggi della pillola all'estradiolo
Pillola contraccettiva e salute: come curare l'anemia e la sindrome premestruale
Pillola all'estradiolo e cellulite: sfatiamo un pregiudizio
"Pillola naturale": di che cosa si tratta?

Parole chiave:
Fertilità e infertilità - Flussi abbondanti / Menorragia - Mestruazioni / Disturbi mestruali - Pillola all'estradiolo e dienogest


© 2013 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.