EN

Il sonno, grande alleato della sessualità (di lui e di lei)

Il sonno, grande alleato della sessualità (di lui e di lei)

19/12/2013

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

Il sonno regolare è un grande amico della salute, e anche dell’amore. Dormire poco, infatti, determina una minore qualità di allenamento vascolare e innalza gli ormoni dello stress, che sono nemici dell’eccitazione e della capacità di abbandono. In positivo, il recupero di un buon sonno e un’ora di movimento fisico al giorno possono migliorare prestazioni sessuali già in parte compromesse senza ricorrere ai farmaci.
Quanto si dovrebbe dormire per stare bene? Perché la carenza di sonno mina le basi della sessualità?
In questo video della serie “Love Weather”, curata da Class TV, la professoressa Graziottin illustra:
- come idealmente si debba dormire 8 ore per notte (un’ora di sonno ogni due di veglia);
- le situazioni a rischio per la salute generale e sessuale;
- perché le fasi di sonno con sogni sono benefiche per la funzione sessuale, e in particolare per la risposta genitale;
- come la carenza di sonno provochi anche un innalzamento di adrenalina e cortisolo, e una vasocostrizione che ostacola la risposta sessuale;
- le principali conseguenze di un sonno insufficiente per lui (deficit erettivo di mantenimento, eiaculazione precoce) e per lei (secchezza vaginale, difficoltà di eccitazione e di orgasmo);
- che cosa fare quando, nonostante si sia recuperato il sonno, il problema sessuale persiste.

Per gentile concessione di Love Weather – Class TV (canale 27)

Parole chiave:
Disturbi dell'erezione / Disfunzione erettile Disturbi dell'orgasmo / Anorgasmia Eiaculazione precoce Secchezza vaginale Sonno, insonnia e disturbi del sonno Stress

Iscriviti alla newsletter