Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
23/01/2014

Sessualità e vescica, i problemi dell'uomo maturo


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano
Sessualità e vescica, i problemi dell'uomo maturo

Sintesi del video e punti chiave

Anche gli uomini, dopo gli “anta”, iniziano ad avere problemi di salute, specialmente in ambito urinario e sessuale. Disturbi di cui parlano poco volentieri, anche con il loro medico. E’ invece importante affrontare l’argomento con tempestività, perché oggi esistono efficaci cure farmacologiche che possono restituire un pieno benessere fisico e una soddisfacente funzionalità sessuale.
Quali sono i principali problemi dell’uomo che inizia a invecchiare? Qual è il giusto approccio per risolverli?
In questo video della serie “Love Weather”, curata da Class TV, la professoressa Graziottin illustra:
- come i problemi della prostata siano un segnale millenario di invecchiamento;
- quanti uomini prima dei 60 anni soffrono di disturbi urinari;
- come questi disturbi possano essere relativi alla fase di riempimento o alla fase di svuotamento vescicale;
- i sintomi specifici delle due situazioni;
- perché la precocità può essere il primo segnale di un iniziale deficit erettivo;
- gli atteggiamenti da evitare, e il modo corretto di affrontare tutti questi problemi;
- perché è importante rivolgersi senza indugio all’urologo o all’andrologo di fiducia.

Per gentile concessione di Love Weather – Class TV (canale 27)

top


Audio e video stream correlati:
Eiaculazione precoce: ecco come influenza la sessualità di lei
Eiaculazione precoce: da cosa è provocata, come combatterla
Eiaculazione precoce: impatto sulla sessualità femminile
Disfunzione erettile: problemi e soluzioni

Parole chiave:
Disturbi dell'erezione / Disfunzione erettile - Disturbi urinari - Eiaculazione precoce - Invecchiamento - Prostata - Salute maschile


© 2014 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.