Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
21/02/2010

Verso la prima volta: valori femminili e maschili nel mondo di oggi


Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

A cura di: Umberto Martinengo, Radio SBS (Melbourne, Australia)

Verso la prima volta: valori femminili e maschili nel mondo di oggi

Scarica l'intervista:
Verso la prima volta: valori femminili e maschili nel mondo di oggi
(2.540 kByte)

La scorsa settimana abbiamo pubblicato la prima parte di un dibattito mandato in onda da Radio SBS, emittente australiana che trasmette anche in lingua italiana, sulle dichiarazioni del politico locale Tony Abbott in tema di educazione sessuale: «Alle mie figlie – aveva affermato Abbott – direi che la verginità è il dono più prezioso che una donna possa fare al proprio uomo e quindi raccomanderei loro che non la regalino con leggerezza». In questa seconda parte si confrontano queste affermazioni con il contenuto di un’altra intervista, in cui Abbott (ex seminarista, cattolico osservante, capo del Liberal Party of Australia e attuale Leader dell’Opposizione all’Australian House of Representatives) spiega che ai figli maschi raccomanderebbe “rispetto per gli altri”. Una diversità di toni e di messaggio in cui molti osservatori, soprattutto fra le donne, riconoscono i segni del vecchio e vituperato “double standard” in materia di morale sessuale, a seconda che i figli siano maschi o femmine.
Il deputato australiano usa davvero due pesi e due misure? E’ corretto, sotto il profilo giornalistico, giustapporre dichiarazioni rilasciate in contesti diversi per rispondere a domande differenti? Le polemiche sono almeno in parte riconducibili a un pregiudizio anticattolico assai diffuso in Australia? Quali relazioni intercorrono fra opinioni personali, dichiarazioni pubbliche, responsabilità politica e libertà di coscienza? Come gli adolescenti vivono la loro prima volta? La verginità è per loro ancora un valore?
Nel corso del dibattito, la professoressa Graziottin ha illustrato in particolare:
- i risultati delle più recenti indagini statistiche sul luogo in cui i giovani vivono la loro “prima volta” in Italia;
- come questi dati rivelino una preoccupante tendenza alla precocità, elevatissimi livelli di rischio e una sostanziale insoddisfazione per l'esperienza vissuta;
- come, al contrario, le testimonianze delle ragazze che hanno scelto di non affrettare i tempi offrano spunti di grande interesse per ripensare in termini più efficaci l’educazione sentimentale e sessuale delle nuove generazioni.
 
Seconda parte del dibattito trasmesso il 6 febbraio 2010 da “Lo Scandaglio”, programma di Radio SBS (Melbourne, Australia), prodotto e presentato da Umberto Martinengo. Executive producer: Marco Lucchi.
Partecipanti:
- Alessandra Graziottin, direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano, e Professore a.c. presso la Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia dell’Università degli Studi di Firenze;
- Arianna Censi, ex Consigliere alle Politiche di Genere della Provincia di Milano;
- Gabriella Coslovich, giornalista, The Age, Melbourne;
- Anna Moore, ex direttore dei Servizi Sociali del Comune di Port Phillip, Melbourne;
- James Panichi, giornalista, ABC Radio National, Melbourne.

top


Audio e video stream correlati:
Prima volta: gli errori da evitare
Verginità femminile: dono prezioso o valore superato? Per una "prima volta" consapevole e sicura
Per una "prima volta" senza dolore e paura
Adolescenti: come maturare un approccio responsabile alla sessualità
Esiste l'età giusta per la prima volta?
La prima volta

Parole chiave:
Adolescenti e giovani - Prima volta


© 2010 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.