Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
13/07/2017

Tumore al seno: la protezione della sessualità – Parte 3


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Intervista realizzata in occasione della conferenza pubblica su "I disturbi della menopausa indotta e intimità di coppia: il punto di vista della donna e dell'uomo", Race for the cure, Roma, 20 maggio 2017
Tumore al seno: la protezione della sessualità – Parte 3

Sintesi del video e punti chiave

Nelle due precedenti puntate abbiamo esaminato i benefici del movimento fisico e dell’alimentazione per la donna colpita da un cancro al seno. E abbiamo sottolineato come, dopo l’intervento chirurgico di quadrantectomia o mastectomia, non vi sia alcuna controindicazione ai rapporti sessuali, se la donna si sente in forze e li desidera. Oggi vediamo come favorire la risposta genitale in presenza dei sintomi menopausali – vampate, insonnia, secchezza vaginale – indotti dalla chemioterapia.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- alcuni dati che illustrano con cruda chiarezza l’effetto dirompente che la diagnosi di cancro al seno può avere sulla tenuta affettiva della coppia e della famiglia;
- i principi attivi che possono migliorare la risposta sessuale in corso di terapia: amitriptilina, acido alfa lipoico, palmitoiletanolamide, estratto di polline;
- l’effetto antinfiammatorio di queste sostanze;
- come l’acido alfa lipoico, in particolare, riduca anche le parestesie da chemioterapie;
- il formidabile effetto anti-vampate degli estratti di polline;
- che cos’è l’ospemifene, come funziona e da quando può essere assunto;
- come questo farmaco non ormonale abbia un effetto antiproliferativo sul seno e stimoli al contempo il trofismo vaginale, agevolando la naturale lubrificazione;
- l’importanza di controllare anche lo stato di tensione del pavimento pelvico, ricorrendo se necessario alla modulazione del respiro, allo stretching o al biofeedback elettromiografico quando i muscoli siano troppo contratti;
- come la sinergia fra questi interventi consenta alla donna di recuperare una valida risposta sessuale e, alla coppia, una piacevole intimità;
- l’importanza che i medici sappiano parlare con franchezza e semplicità di questi problemi, perché la sessualità è un pilastro della vita e del benessere.

Per gentile concessione di Medicina e Informazione WebTv

top


Audio e video stream correlati:
Tumore al seno: la protezione della sessualità – Parte 2
Tumore al seno: la protezione della sessualità – Parte 1
Secchezza vaginale in menopausa: una nuova cura – Parte 2
Secchezza vaginale in menopausa: una nuova cura – Parte 1

Parole chiave:
Acido alfa lipoico (ALA) - Amitriptilina - Cancro al seno - Chemioterapia - Infiammazione - Intimità - Ospemifene - Palmitoiletanolamide - Pavimento pelvico iperattivo/ipoattivo - Polline - Rapporti sessuali - Rapporto di coppia - Vampate di calore


© 2017 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.