EN

Ospemifene: i benefici sulla salute vulvo-vaginale in menopausa

Ospemifene: i benefici sulla salute vulvo-vaginale in menopausa

04/06/2020

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

L’ospemifene è un farmaco appartenente alla famiglia dei modulatori selettivi del recettore degli estrogeni (Selective Estrogen Receptor Modulator, SERM): si parla di “selettività” perché, a seconda dei tessuti in cui agisce, può esplicare un’attività agonista o antagonista sul recettore stesso, in base agli obiettivi terapeutici.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come l’ospemifene abbia un’azione protettiva sulla mammella e sull’endometrio, contrastando la proliferazione cellulare, e stimolante sui tessuti vulvo-vaginali, attenuando la secchezza e l’atrofia tipiche della menopausa;
- come, di conseguenza, l’ospemifene sia particolarmente indicato per le donne che abbiano avuto un tumore ormono-dipendente e abbiano completato le terapie adiuvanti, per le donne con un seno denso, e per le donne che, per motivi di familiarità, non se la sentano di sottoporsi a terapia ormonale sostitutiva;
- alcuni altri farmaci che appartengono alla classe dei SERM;
- i benefici specifici dell’ospemifene sul trofismo dei tessuti genitali, sulla lubrificazione vaginale e sulla risposta sessuale.

Realizzazione tecnica di Monica Sansone

Parole chiave:
Atrofia vulvovaginale Cancro al seno Cancro dell'endometrio Menopausa / Sintomi menopausali Ospemifene Secchezza vaginale

Iscriviti alla newsletter