EN

Il magnesio, un prezioso alleato della nostra salute

Il magnesio, un prezioso alleato della nostra salute

08/03/2009

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

A cura di: Roberta Lupi e Valeria Colangelo (Radio Radio)

Sintesi dell'intervista e punti chiave

Il magnesio è, insieme al calcio, l’oligoelemento più abbondante nel nostro organismo. E’ un alleato formidabile della salute femminile (e maschile), perché ottimizza il funzionamento di oltre 300 enzimi responsabili di altrettante funzioni vitali, soprattutto a livello cerebrale e muscolare. Eppure il 20% della popolazione italiana ne risulta carente, soprattutto a causa di un’alimentazione poco equilibrata. Una carenza che può tradursi in disturbi neurovegetativi, affettivi, osteomuscolari, gastrointestinali e metabolici, che tendono poi ad aggravarsi se la donna è in menopausa.
Perché così tante persone presentano insufficienti livelli di magnesio? Quali sintomi specifici provoca la sua carenza? Quali sono, per contro, i suoi principali vantaggi per la salute? In quali cibi è maggiormente presente?
In questa intervista illustriamo:
- come, in generale, la carenza di magnesio sia legata a un suo insufficiente assorbimento da parte dell’organismo;
- i principali fattori che riducono l’assorbimento: alimentazione troppo ricca di fibre (il cui “fitati” si legano al magnesio, provocandone lo smaltimento) e/o povera di proteine (soprattutto quelle contenute nei legumi e nei cereali integrali); ricorso eccessivo a diuretici o lassativi; abuso di alcol; vomito autoindotto (in caso di bulimia);
- come e perché i disturbi legati alla carenza di magnesio possano coinvolgere il sistema neurovegetativo (ipertensione, tachicardie, tachiaritmie, dispnea), il sistema affettivo (ansia, irritabilità, disturbi dell’umore, sindrome premestruale), l’apparato muscolare (crampi, dolori, parestesie, affaticabilità) e l’apparato gastrointestinale (cattiva digestione);
- i vantaggi del magnesio per la salute femminile: attenuazione della sindrome premestruale e dei sintomi menopausali (vampate di calore, tachicardie notturne, alterazioni del sonno, ansia, depressione); funzione trofica sugli osteoblasti, con conseguente miglioramento dell’osteopenia e dell’osteoporosi; ottimizzazione dell’utilizzo periferico dell’insulina, con riduzione della progressione del diabete e della vulnerabilità alla sindrome metabolica;
- tutti i cibi che contengono magnesio e ne favoriscono l’assorbimento: verdure a foglia verde, cereali, legumi, latte, mandorle, cioccolato.

Parole chiave:
Magnesio Sessualità femminile

Iscriviti alla newsletter