Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
15/09/2011

Ciclo e sport, un binomio possibile


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano
Ciclo e sport, un binomio possibile

Sintesi del video e punti chiave

«Si può fare attività fisica durante le mestruazioni, o è dannoso alla salute?»: è quanto chiedono molte ragazzine, spesso impegnate anche a livello agonistico. Certamente sì, ad alcune condizioni: un ciclo regolare, infatti, non impedisce assolutamente la pratica sportiva, soprattutto se permette l’uso del tampone interno.
In questa “Love FAQ” in collaborazione con Deejay TV, la professoressa Graziottin illustra:
- quali caratteristiche deve avere il ciclo per consentire senza problemi l’attività sportiva;
- che cosa fare se le mestruazioni sono troppo lunghe e/o abbondanti;
- i vantaggi di una stabilizzazione della durata e della quantità del ciclo soprattutto in caso di gare.

Per gentile concessione di Deejay TV

top


Audio e video stream correlati:
Sport e giovanissime: una priorità medica ed educativa - Parte 1
Sport e voglia di vincere - Parte 4: La pillola, una grande amica delle sportive
Sport e voglia di vincere - Parte 3: Campionesse anche nella contraccezione
Sport e voglia di vincere - Parte 2: Il ruolo della predisposizione genetica
Sport e voglia di vincere - Parte 1: Donne vincenti in gara e nella vita

Parole chiave:
Adolescenti e giovani - Mestruazioni / Disturbi mestruali - Sport e movimento fisico


© 2011 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.