Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
06/02/2014

Sesso e Internet: quando l'abitudine diventa dipendenza


Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

A cura di: Simone Zazzera, Rai Radio Uno
Sintesi dell'intervista e punti chiave

Sesso e Internet: quando l'abitudine diventa dipendenza

Scarica l'intervista:
Sesso e Internet: quando l'abitudine diventa dipendenza
(4.063 kByte)

Sintesi dell'intervista e punti chiave

La parola “sesso” è una delle più cliccate su Internet: e recenti sondaggi indicano come la frequentazione di siti erotici sia un’abitudine sempre più diffusa anche fra i giovanissimi. Una ricerca condotta su 600 giovani di età compresa fra i 15 e i 30 anni, rivela per esempio che il 27% degli intervistati trascorre tutte le sere sul web. Ma il dato più allarmante è che il 63% dei ragazzi e il 51% delle ragazze considera l’alcol un amico della sessualità.
Quali indicazioni vanno tratte da questi risultati? Quando l’abitudine al sesso virtuale diventa una vera e propria dipendenza? Come ci si deve comportare quando questa fruizione compulsiva minaccia di colpire gli adolescenti?
In questa intervista curata da Rai Radio Uno, la professoressa Graziottin illustra:
- come si debba parlare di dipendenza quando la frequentazione della rete diventa dominante, pervadente e persino esclusiva rispetto alla vita sessuale reale;
- due importanti indicazioni del sondaggio: lo spostamento del baricentro emozionale e sessuale dei giovani dalla vita reale a quella virtuale; l’illusione che l’alcol possa migliorare le performance erotiche;
- che cosa significano, sul piano esistenziale e relazionale, queste due tendenze;
- perché i test reperibili in rete sulla dipendenza da Internet non sono sempre affidabili;
- quali segnali dovrebbero allarmare i genitori di ragazzi in età scolare;
- come creare una rete di attenzione e supporto con le altre famiglie.

top


Audio e video stream correlati:
Internet, il sottile confine fra divertimento e dipendenza
Innamorarsi in chat: caratteristiche e limiti dell'attrazione virtuale
Difendiamo i nostri bambini dai lupi della Rete

Parole chiave:
Adolescenti e giovani - Dipendenze, droghe e doping - Internet, videogiochi e televisione - Rapporti sessuali


© 2014 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.