Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
27/02/2020

Salute della donna: essenziali gli stili di vita


Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano
Sintesi dell'intervista e punti chiave

Salute della donna: essenziali gli stili di vita

Scarica l'intervista:
Salute della donna: essenziali gli stili di vita
(3.405 kByte)

Sintesi dell'intervista e punti chiave

Per stare bene, le cure farmacologiche e la prevenzione medica non sono sufficienti: è necessaria anche una precisa assunzione di responsabilità nei confronti della propria salute. Il che significa, innanzitutto, stili di vita sani: alimentazione corretta, pochissimo alcol, niente fumo o droghe, movimento fisico regolare, rispetto del sonno. Purtroppo sono sempre di più le donne, anche molto giovani, che contravvengono a questi semplici principi, in controtendenza rispetto a quanto avviene fra gli uomini.
In questa intervista, la professoressa Graziottin illustra:
- come la salute sia una questione non solo di diritti, ma anche di doveri;
- i rischi oncologici correlati al fumo e al bere eccessivo;
- come alcune malattie sessuali, contratte per la tendenza alla promiscuità e il mancato uso del profilattico, siano molto pericolose per la fertilità;
- le conseguenze dell’alimentazione scorretta di molte giovani;
- i benefici del movimento fisico quotidiano;
- il significato profondo della bassa natalità che oggi caratterizza le donne italiane;
- le sofferenze, i rischi e i costi che spesso accompagnano le gravidanze tardive.

Per gentile concessione di Radio Gamma Cinque

top

Parole chiave:
Alcol - Alimentazione e dieta - Fumo / Danni del fumo - Gravidanza tardiva - Malattie sessualmente trasmesse - Salute femminile - Sport e movimento fisico - Stili di vita


© 2020 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.