Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
26/01/2012

Pillola e desiderio: quali relazioni?


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano
Pillola e desiderio: quali relazioni?

Sintesi del video e punti chiave

E’ vero cha la pillola fa diminuire il desiderio? No. O almeno, non sempre. Gli studi scientifici dimostrano infatti come la risposta femminile all’assunzione dei contraccettivi ormonali vari molto in funzione di fattori non solo biologici, ma anche motivazionali. In particolare, se donna assume la pillola giusta per le proprie esigenze, come un abito confezionato su misura, l’effetto è in genere tutt’altro che deprimente.
Che cosa dicono i dati più recenti a nostra disposizione? Quali sono le variabili che possono condizionare il desiderio?
In questa “Love FAQ” in collaborazione con Deejay TV, la professoressa Graziottin illustra:
- in quali percentuali medie la pillola deprime, lascia invariato o addirittura aumenta il desiderio;
- i fattori biologici favorevoli al desiderio e quelli che possono contribuire a deprimerlo leggermente;
- alcuni potenti fattori motivazionali che possono portare a un’amplificazione del desiderio sessuale.

Per gentile concessione di Deejay TV

top


Audio e video stream correlati:
Contraccezione e funzione sessuale: i vantaggi della pillola all'estradiolo

Parole chiave:
Disturbi del desiderio - Pillola contraccettiva


© 2012 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.