Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
stampa
23/09/2009

La nuova pillola con estrogeno naturale


Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano


“Ho 38 anni, una bravo marito e due bambini stupendi. Non ho mai preso la pillola perché non mi piaceva l’idea di ormoni artificiali. Adesso ho sentito che è uscita una pillola con ormoni naturali: è davvero una novità per noi donne? Lei che cosa ne dice? Mi spiega bene vantaggi e rischi? Mio marito pensa che dopo tanti anni di profilattico una pillola ci darebbe più libertà. Ma io voglio essere sicura...”.
Anna Chiara L. (Udine)

top

Le rispondo molto volentieri: sì, è vero, in Italia è uscita da poco Klaira, la prima pillola contraccettiva con estrogeni naturali. Contiene proprio estradiolo, l’estrogeno che è la componente regina degli ormoni femminili e che è prodotto dall’ovaio durante tutta l’età fertile. E’ l’ormone che il nostro corpo riconosce come “nostro”, familiare, abituale.
La ricerca di questo tipo di pillola è durata decenni: lo scoglio era riuscire a usare l’estrogeno naturale garantendo un buon controllo del ciclo mestruale, che con questo ormone tendeva invece ad essere irregolare. I ricercatori sono riusciti a trovare il partner ideale, un progestinico chiamato dienogest, che era già utilizzato in contraccezione in combinazione con l’estrogeno sintetico, l’etinilestradiolo, che ben conosciamo perché usato in tutte le pillole contraccettive da ormai cinquant’anni. Perché il dienogest? Perché rispetta e valorizza tutti i vantaggi che l’estradiolo dà al corpo femminile e, da buon partner, di occupa di buona parte dell’azione contraccettiva: inibisce l’ipotalamo, bloccando quindi l’ovulazione. Reversibilmente, s’intende. Garantisce un ottimo controllo del ciclo mestruale, grazie all’azione sull’endometrio. E aumenta la densità del muco cervicale, rinforzando ulteriormente l’azione contraccettiva. In questo modo è stata ottenuta un’efficacia contraccettiva, e quindi una sicurezza anticoncepimento, uguale a quella delle altre pillole contraccettive, ma con un estrogeno naturale!

top

Quali altri vantaggi dà questa pillola?

I vantaggi più importanti riguardano la riduzione della durata del ciclo mestruale e della quantità del ciclo: un aspetto fondamentale per tutte le donne che lamentano cicli abbondanti e/o dolorosi. Minore flusso significa maggior benessere, minore anemia, maggior risparmio di ferro. Un buon livello di ferro nel sangue e un ottimo livello di globuli rossi si traduce in una maggior percezione di benessere fisico ed emotivo, come documentano gli studi condotti su oltre 2200 donne che hanno assunto la pillola Klaira per oltre 20 mesi.

top

Ci sono controindicazioni?

Certamente: restano valide le controindicazioni esistenti anche per le altre pillole, tra cui ricordo i tumori ormonodipendenti, le epatiti in atto, la trombosi, l’ipertensione grave, le malattie cardiovascolari serie come l’infarto, l’emicrania con aura, ma anche il fumare più di 10 sigarette al dì. Una accurata valutazione clinica con il medico di fiducia è essenziale per scegliere il “vestito contraccettivo” su misura più adatto alla singola donna.

top

Ho letto di questo "dosaggio dinamico". Cosa cambia, per la donna?

Niente: si prende una pillola al giorno, come sempre. La variazione di dosaggio è finalizzata a ottimizzare il benessere fisico ed emotivo, ma dal punto di vista pratico l’assunzione resta semplicissima. Di fatto questa nuova pillola è come un vestito nuovo d’alta firma: amplia la possibilità che molte più donne, come lei, trovino finalmente l’abito contraccettivo a lungo desiderato. Contenta?

top

Prevenire e curare – Chi può usare Klaira?

Tutte le donne che:
- desiderano una contraccezione ormonale efficace e sicura con estradiolo naturale da usare dall’adolescenza fino ai cinquant’anni. La ricerca scientifica ha infatti documentato che efficacia e sicurezza persistono intatte fino a quest’età;
- hanno cicli abbondanti e/o prolungati e desiderano combinare la sicurezza contraccettiva con un miglior controllo del ciclo;
- in passato hanno già usato la pillola con etinilestradiolo, l’estrogeno artificiale, ma che per varie ragioni non erano del tutto soddisfatte.
Se invece la donna sta già usando una pillola di cui è contenta, continui felice così: ha già trovato il suo vestito contraccettivo su misura!

top

Parole chiave:
Dolore mestruale / Dismenorrea - Mestruazioni / Disturbi mestruali - Pillola all'estradiolo e dienogest

stampa

© 2009 - RCS Periodici

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.