Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
15/12/2011

Pillola contraccettiva: per quanto la si può prendere?


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano
Pillola contraccettiva: per quanto la si può prendere?

Sintesi del video e punti chiave

«Per quanti anni si può assumere la pillola?»: è la domanda di molte giovanissime alle prime armi in tema di contraccezione. La risposta è: anche per tutta la vita fertile. Naturalmente, poi, questo nella realtà non accade quasi mai, perché ogni donna osserva, per svariati motivi, alcuni periodi di sospensione: ma la capacità di accordarsi pienamente con le diverse fasi del progetto esistenziale è proprio una delle caratteristiche che fa della pillola una preziosa compagna di viaggio ad ogni età. Un’assunzione di lungo periodo è poi addirittura necessaria in tutti i casi in cui si debbano sfruttare le valenze terapeutiche del prodotto.
Quali sono i principali disturbi per i quali è indicata una terapia contraccettiva? Che contributo offre la pillola sul piano curativo?
In questa “Love FAQ” in collaborazione con Deejay TV, la professoressa Graziottin illustra:
- alcune circostanze della vita in cui la donna può decidere di sospendere l’assunzione della pillola;
- come la pillola sia una fedele amica della sessualità femminile, dalla giovinezza alla menopausa;
- tre disturbi che possono essere affrontati efficacemente con una terapia contraccettiva su misura: mestruazioni dolorose (dismenorrea), mestruazioni abbondanti o addirittura emorragiche (metrorragia), endometriosi;
- l’azione specifica della pillola sull’endometriosi: blocco della progressione della malattia, controllo del dolore, protezione della fertilità.

Per gentile concessione di Deejay TV

top


Audio e video stream correlati:
Pillola e fertilità, un'alleanza vincente

Parole chiave:
Adolescenti e giovani - Dolore mestruale / Dismenorrea - Endometriosi - Flussi abbondanti / Menorragia - Pillola contraccettiva


© 2011 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.