EN

Menopausa precoce – Parte 2: Aspetti iatrogeni e impatto sul cervello

Menopausa precoce – Parte 2: Aspetti iatrogeni e impatto sul cervello

30/05/2019

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi dell'intervista e punti chiave

Nella prima parte di questo audio abbiamo visto come le malattie autoimmuni siano uno dei fattori principali che predispongono alla menopausa precoce spontanea. Oggi approfondiamo questo aspetto, esaminiamo altre cause che possono condurre all’esaurimento ovarico prematuro, e analizziamo alcune importanti implicazioni per la protezione della fertilità e la salute del cervello.
Nella seconda parte di questa intervista, la professoressa Graziottin illustra:
- perché le malattie autoimmuni sono oggi in netto aumento nei Paesi ad alto reddito;
- come le terapie oncologiche siano un’altra importante causa di menopausa precoce, nella forma iatrogena;
- l’esempio emblematico dell’impatto delle cure per il linfoma di Hodgkin sull’integrità ovarica delle bambine e delle adolescenti;
- l’importanza di affrontare il tema della protezione della fertilità prima di iniziare la radioterapia o la chemioterapia;
- i due messaggi positivi che vengono passati alla giovane e alla sua famiglia nel momento in cui si propone la crioconservazione degli ovociti o del tessuto ovarico;
- le conseguenze della menopausa precoce iatrogena sulla salute del cervello, con particolare riferimento al rischio di deterioramento cognitivo sino all’Alzheimer conclamato;
- come l’esaurimento ovarico precoce aumenti anche il rischio di mortalità generale;
- la conseguente importanza di impostare, in assenza di controindicazioni maggiori, una terapia ormonale tempestiva e personalizzata.

Per gentile concessione di Radio Gamma Cinque

Parole chiave:
Cervello / Sistema nervoso centrale Crioconservazione degli ovociti Crioconservazione del tessuto ovarico Demenze / Demenza di Alzheimer Malattie autoimmuni Menopausa precoce iatrogena Menopausa precoce spontanea Morte e mortalità Terapia ormonale sostitutiva Tumori

Iscriviti alla newsletter