EN

I danni del fumo sulla salute femminile – Parte 1

I danni del fumo sulla salute femminile – Parte 1

20/06/2019

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi dell'intervista e punti chiave

Ogni anno, il 31 maggio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) celebra la “Giornata mondiale senza tabacco”, per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’assoluta necessità di mettere al mando il fumo di sigaretta. L’impatto di questa dipendenza, infatti, è estremamente negativo. Quali sono, in particolare, i danni per salute femminile?
Nella prima parte di questa intervista, la professoressa Graziottin illustra:
- come il fumo aumenti innanzitutto il rischio di cancro al polmone, per l’accentuata anarchia cellulare indotta dalle sostanze cancerogene liberate dalla combustione;
- le altre principali patologie, a volte poco note, favorite dalla sigaretta: broncopneumopatia ostruttiva; malattie cardiovascolari; cancro al seno, al collo dell’utero e alla vescica; deterioramento cognitivo, per danno diretto sui neuroni e indiretto sulla struttura vascolare; osteopenia e osteoporosi;
- perché, in particolare, il fumo aumenta il rischio di deterioramento osseo;
- quali sostanze aiutano le ossa a mantenersi sane e resistenti;
- le diverse strategie di protezione dell’apparato osteoarticolare in funzione dell’età della donna;
- perché il movimento fisico regolare è una componente indispensabile di queste strategie.

Per gentile concessione di Radio Gamma Cinque

Parole chiave:
Acido ialuronico Apparato e patologie cardiovascolari Broncopneumopatia ostruttiva Calcio Cancro al polmone Cancro al seno Cancro del collo dell'utero Cancro della vescica Cervello / Sistema nervoso centrale Fumo / Danni del fumo Funzioni cognitive / Disturbi cognitivi Magnesio Osteoporosi e osteopenia Salute femminile Silicio Sport e movimento fisico Terapia ormonale sostitutiva Vitamina D

Iscriviti alla newsletter