Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
19/07/2010

Vaginosi batterica in gravidanza: un rischio da valutare


Graziottin A.
Vaginosi batterica in gravidanza: un rischio da valutare
GynecoNews - Sezione di "Menopausa e contraccezione: interazioni con il pianeta donna", SMM Scientific Multimedia, Milano, 1, 2010, pag. 12-16

La Vaginosi Batterica (VB) è la causa più frequente di secrezioni vaginali nella popolazione generale in età riproduttiva.
In ostetricia, la VB si associa ad aumentato rischio d’aborto, amnionite, insufficienza placentare, parto prematuro, basso peso alla nascita, e mortalità perinatale. Purtroppo la VB è sottodiagnosticata in gravidanza, con omissione diagnostica dei rischi ostetrici associati.
L’obiettivo di mantenere un basso pH è essenziale per intervenire sui fattori che favoriscono la vaginosi batterica in gravidanza. Gli antibiotici, data la non conclusività degli studi controllati, vanno usati con intelligenza clinica anche perché possono concorrere a selezionare ceppi resistenti di batteri, oltre a favorire la proliferazione della Candida.

top

Allegati disponibili:
Full text dell'articolo


© 2010 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.