Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
10/12/2017

Sindrome dell'intestino irritabile: un algoritmo per la pratica clinica


Graziottin A.
Sindrome dell'intestino irritabile: un algoritmo per la pratica clinica
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

Commento a:
Moayyedi P, Mearin F, Azpiroz F, Andresen V, Barbara G, Corsetti M, Emmanuel A, Hungin APS, Layer P, Stanghellini V, Whorwell P, Zerbib F, Tack J.
Irritable bowel syndrome diagnosis and management: a simplified algorithm for clinical practice
United European Gastroenterol J. 2017 Oct; 5 (6): 773-788. doi: 10.1177/2050640617731968. Epub 2017 Sep 28

Fornire al medico pratico un algoritmo semplificato per la diagnosi e la terapia della sindrome dell’intestino irritabile: è questo l’obiettivo del documento di consenso basato sull’evidenza messo a punto da un panel di tredici esperti internazionali coordinato da P. Moayyedi, della McMaster University di Hamilton, Canada, e al quale ha preso parte il professor Vincenzo Stanghellini, dell’Università di Bologna.
La gestione della sindrome dell’intestino irritabile (Irritable Bowel Syndrome, IBS) è spesso resa difficoltosa dall’assenza di semplici test diagnostici e dalla grande varietà di approcci terepautici.
Il documento include due macrosezioni:
- come formulare una corretta diagnosi di IBS;
- algoritmo di gestione terapeutica.
L’algoritmo si articola poi nei seguenti capitoli:
- considerazione delle caratteristiche del/della paziente;
- comunicazione della diagnosi e degli obiettivi terapeutici;
- ottimizzazione della strategia di cura;
- gestione della IBS con stipsi prevalente;
- gestione della IBS con diarrea prevalente;
- gestione della IBS con alvo misto;
- terapia del gonfiore addominale;
- aspetti psicologici;
- follow up.
La caratteristiche chiave dell’algoritmo è quella di essere centrato non sulla patologia in sé ma sul/sulla paziente, di cui vengono prese in considerazione le caratteristiche fisiche e psico-emotive e le preferenze nella comunicazione della diagnosi e nella messa a punto della strategia terapeutica, che include l’eventuale revisione degli stili di vita. In particolare, la comunicazione deve essere chiara e al tempo stesso incoraggiare alla fiducia, soprattutto rispetto alla curabilità dei sintomi più invalidanti.
Il full text disponibile su PubMed Central fornisce il testo integrale dell’algoritmo e il dettaglio di tutte le immagini.

top


© 2017 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.