Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
06/03/2016

L'intestino e il microbiota che ci abita: la prospettiva ginecologica


Graziottin A.
L’intestino e il microbiota che ci abita: la prospettiva ginecologica
Professione Salute, febbraio 2016, p. 25-27

Perché una ginecologa dovrebbe interessarsi di microbiota intestinale? Per tre buone ragioni.
La prima è che l’essere umano è un ecosistema con due gambe, con un vero e proprio “super- organismo” a livello intestinale, capace di condizionare in modo articolato salute e malattia generale e, nello specifico, ginecologica, molto più di quanto attualmente si apprezzi.
La seconda ragione è critica dal punto di vista clinico: l’intestino è il vero “mandante occulto” di moltissime vaginiti e cistiti recidivanti.
La terza, e non ultima, ragione è che “le donne ragionano con la pancia”.

top

Allegati disponibili:
Leggi il full text dell'articolo su "L'intestino e il microbiota che ci abita: la prospettiva ginecologica"


© 2016 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.