EN

I disturbi sessuali femminili e maschili: quando il medico conta

04/01/2010

I disturbi sessuali femminili e maschili: quando il medico conta
Editoriale
Graziottin A. (Guest Ed.), I disturbi sessuali femminili: quando il medico conta
Giornale Italiano di Ginecologia, Vol. XXVIII - n. 6, giugno 2006, p. 261-263
L'editoriale introduce una monografia pubblicata nel 2006 sui disturbi sessuali maschili e femminili, e che parte dal presupposto che la valutazione medica delle basi biologiche delle disfunzioni sessuali è di pari importanza in uomini e donne. Tre i fili conduttori della monografia:
- l’attenzione alle basi biologiche delle disfunzioni sessuali femminili;
- la diagnosi delle comorbilità mediche e sessuali;
- il ruolo del medico, nelle diverse specializzazioni, nella diagnosi e nella terapia multimodale dei diversi disturbi sessuali femminili.
Inoltre, specifica attenzione è stata dedicata a quanto e come le disfunzioni sessuali maschili possano ripercuotersi sulla sessualità della donna e della coppia, così da offrire ai clinici uno sguardo pragmatico, utile nella pratica professionale, per meglio comprendere la sessualità femminile e i suoi disturbi.
La principale novità rispetto al contenuto della monografia è costituita dal cerotto al testosterone, successivamente approvato dall’EMEA (European Agency for the Evaluation of the Medicinal Products) e dal 12 luglio 2007 in commercio anche in Italia.

Per gentile concessione di CIC Edizioni Internazionali

Allegati disponibili:Full text dell'articolo

Iscriviti alla newsletter