Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
28/09/2009

Elogio della terapia ormonale transdermica - Commento


Graziottin A.
Elogio della terapia ormonale transdermica - Commento
GynecoNews - Sezione di "Menopausa e contraccezione: interazioni con il pianeta donna", SMM Scientific Multimedia, Milano, 1, 2009, pag. 2-7

I ginecologi italiani che prescrivono la terapia ormonale sostitutiva (TOS) alle donne in menopausa preferiscono nettamente la terapia transdermica rispetto alla via orale, mostrando in questa scelta discernimento clinico e ottimo aggiornamento.
Chi ama la TOS, la prescrive bene e con convinzione, continuando ad aggiornarsi sugli ultimi dati di letteratura, che, in effetti, confermano come la via transdermica abbia dei vantaggi in più rispetto alla via orale. Merita riconsiderarli, con l’aiuto di quest’ottima review appena pubblicata su Maturitas, che approfondisce anche i benefici delle terapie ormonali sul rischio di diabete e di malattie neurodegenerative cerebrali, oltre a dedicare un’attenzione specifica ai diversi vantaggi offerti dai vari progestinici.

Commento a:
L'Hermite M, Simoncini T, Fuller S, Genazzani AR.
Could transdermal estradiol + progesterone be a safer postmenopausal HRT? A review
Maturitas. 2008 Jul-Aug; 60 (3-4): 185-201

top

Allegati disponibili:
Full text dell'articolo


© 2009 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.