Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
15/10/2007

Effetto dell'abbassamento del pH vaginale attraverso l'applicazione locale di vitamina C in soggetti con alto pH vaginale - Commento


Graziottin A.
Effetto dell’abbassamento del pH vaginale attraverso l’applicazione locale di vitamina C in soggetti con alto pH vaginale - Commento
GynecoNews - Sezione di "Menopausa e contraccezione: interazioni con il pianeta donna", SMM Scientific Multimedia, Milano, 1, 2007, pag. 12-16

Lo studio commentato nell'articolo verifica su un campione di donne italiane quanto ben noto in letteratura sull’efficacia di 250 mg/die di vitamina C, applicata in vagina, nell’abbassare il pH vaginale. La vitamina C può essere usata anche in gravidanza. La sua pronta efficacia, dimostrata anche in questo studio, la rende particolarmente utile tutte le volte in cui si voglia abbassare un pH alterato, così da curare la vaginosi associata in modo più fisiologico.

top

Allegati disponibili:
Full text dell'articolo


© 2007 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.