Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
30/08/2010

Dolore pelvico cronico: comorbilità e implicazioni psicosomatiche


Graziottin A.
Dolore pelvico cronico: comorbilità e implicazioni psicosomatiche
Atti del IX Congresso Nazionale della Società Italiana per la Psicosomatica in Ginecologia e Ostetricia (SIPGO), Modena, 19-21 febbraio 2009, Giornale Italiano di Ginecologia e Ostetricia, vol. XXXI, n. 1-2, gennaio/febbraio 2009, 70-71

Il dolore pelvico può essere acuto; oppure cronico, descritto come un “dolore ciclico o non ciclico, di durata superiore ai sei mesi, che si localizza alla pelvi anatomica, sufficientemente grave da causare disabilità funzionale che richiede trattamento medico o chirurgico”. Interessa circa il 10% delle donne che richiedono una visita ginecologica, il 40% delle indicazioni alla laparoscopia e il 10-15% delle indicazioni alla isterectomia.
L'obiettivo del lavoro è analizzare l’etiologia e le comorbilità associate al dolore pelvico cronico (CPP) e le loro implicazioni fisiopatologiche, come premessa per ottimizzare una strategia terapeutica multimodale.

Per gentile concessione di CIC Edizioni Internazionali

top

Allegati disponibili:
Full text dell'abstract


© 2010 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.