Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
segnala
08/01/2017

Disturbi ipertensivi della gravidanza: qualità delle linee guida


Graziottin A.
Disturbi ipertensivi della gravidanza: qualità delle linee guida
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

Commento a:
Bazzano AN, Green E, Madison A, Barton A, Gillispie V, Bazzano LA.
Assessment of the quality and content of national and international guidelines on hypertensive disorders of pregnancy using the AGREE II instrument
BMJ Open. 2016 Jan 18;6(1):e009189. doi: 10.1136/bmjopen-2015-009189

Valutare il contenuto e la qualità delle linee guida nazionali e internazionali sulla diagnosi, la prevenzione e la cura dei disturbi ipertensivi della gravidanza: è questo l’obiettivo dello studio svolto da A.N. Bazzano e collaboratori, della Tulane University School of Public Health and Tropical Medicine di New Orleans, USA.
La ricerca è stata condotta sulle linee guida pubblicate negli ultimi 10 anni su MedLine, sulla National Guideline Clearinghouse e su numerosi altri database internazionali. La valutazione è stata effettuata da cinque esperti.
Sei linee guida hanno soddisfatto tutti i criteri di inclusione e sono state valutate con il metodo Appraisal of Guidelines for Research and Evaluation II (AGREE II):
- quattro elaborate da società nazionali: USA (ACOG), Canada (SOGC), UK (NICE) e Australia (QLD);
- due prodotte da organismi internazionali: la Society of Obstetric Medicine of Australia and New Zealand (SOMANZ) e la European Society of Cardiology (ESC).
I sei documenti sono stati confrontati in relazione a tre dimensioni fondamentali:
- definizione e classificazione dei disturbi;
- misure preventive;
- raccomandazioni terapeutiche.
Questi i principali risultati:
- i contenuti relativi alla classificazione e alla cura dei disturbi sono risultati simili, mentre le indicazioni preventive variano ampiamente;
- solo due documenti (SOGC e NICE) hanno ricevuto punteggi elevati in tutti i domini presi in considerazione;
- un documento (SOGC) copriva specificamente la gestione di tutti i disturbi cardiovascolari in gravidanza, mentre gli altri erano maggiormente focalizzati su ipertensione cronica, ipertensione gestazionale, pre-eclampsia ed eclampsia;
- tutti e cinque i valutatori raccomandano l’uso delle linee guida NICE (National Institute of Health and Care Excellence);
- quattro valutatori raccomandano l’uso delle linee guida SOGC (Society of Obstetricians and Gynaecologists of Canada);
- le altre quattro linee guida hanno ricevuto valutazioni più differenziate.
In sintesi, si può concludere che le linee guida sui disturbi ipertensivi della gravidanza variano ampiamente in qualità, soprattutto riguardo alle misure preventive. E’ responsabilità del clinico, quindi, scegliere e utilizzare i documenti più rigorosi fra quelli oggi disponibili.

top

segnala

© 2017 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.