EN

Dispareunia, vaginismo, iperattività del muscolo elevatore e tossina botulinica: il ruolo del neurologo

18/01/2010

Dispareunia, vaginismo, iperattività del muscolo elevatore e tossina botulinica: il ruolo del neurologo
Graziottin A. (Guest Ed.), I disturbi sessuali femminili: quando il medico conta
Giornale Italiano di Ginecologia, Vol. XXVIII - n. 6, giugno 2006, p. 264-268
Una variabile iperattività del muscolo elevatore dell'ano è un tratto comune tra vaginismo e dispareunia. Il trattamento con tossina botulinica può contribuire a ridurre significativamente il sintomo dolore, che può scomparire in una percentuale variabile tra il 20% (vaginismo primario) e il 46,6% (dispareunia secondaria).
Questi dati suggeriscono che l’integrazione della tossina botulinica (BT) con la terapia sessuologica possa accelerare la guarigione.
Il neurologo esperto di EMG e di trattamento con BT può contribuire alla diagnosi e al trattamento dei disturbi sessuali caratterizzati da dolore, nell’ambito di un approccio multidisciplinare.

Per gentile concessione di CIC Edizioni Internazionali

Allegati disponibili:Full text dell'articolo

Iscriviti alla newsletter