Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
18/01/2010

Dispareunia, vaginismo, iperattività del muscolo elevatore e tossina botulinica: il ruolo del neurologo


Bertolasi L. Bottanelli M. Graziottin A.
Dispareunia, vaginismo, iperattività del muscolo elevatore e tossina botulinica: il ruolo del neurologo
Graziottin A. (Guest Ed.), I disturbi sessuali femminili: quando il medico conta
Giornale Italiano di Ginecologia, Vol. XXVIII - n. 6, giugno 2006, p. 264-268

Una variabile iperattività del muscolo elevatore dell'ano è un tratto comune tra vaginismo e dispareunia. Il trattamento con tossina botulinica può contribuire a ridurre significativamente il sintomo dolore, che può scomparire in una percentuale variabile tra il 20% (vaginismo primario) e il 46,6% (dispareunia secondaria).
Questi dati suggeriscono che l’integrazione della tossina botulinica (BT) con la terapia sessuologica possa accelerare la guarigione.
Il neurologo esperto di EMG e di trattamento con BT può contribuire alla diagnosi e al trattamento dei disturbi sessuali caratterizzati da dolore, nell’ambito di un approccio multidisciplinare.

Per gentile concessione di CIC Edizioni Internazionali

top

Allegati disponibili:
Full text dell'articolo


© 2010 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.