Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
11/11/2018

Depressione perimenopausale: nuove linee guida nord americane


Graziottin A.
Depressione perimenopausale: nuove linee guida nord americane
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

Commento a:
Maki PM, Kornstein SG, Joffe H, Bromberger JT, Freeman EW, Athappilly G, Bobo WV, Rubin LH, Koleva HK, Cohen LS, Soares CN.
Guidelines for the evaluation and treatment of perimenopausal depression: summary and recommendations
J Womens Health (Larchmt). 2018 Sep 5. doi: 10.1089/jwh.2018.27099.mensocrec. [Epub ahead of print]

Fornire linee guida aggiornate sulla valutazione e la gestione della depressione perimenopausale: è questo l’obiettivo del documemto messo a punto da un panel di esperti coordinato da P.M. Maki ed espressione di numerose realtà medico-scientifiche nord americane, fra cui la University of Illinois di Chicago, la Harvard Medical School, la Mayo Clinic di Rochester, la Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora, il Carver College of Medicine di Iowa City, Stati Uniti, e la Queen’s University School of Medicine di Kingston, Canada.
Negli ultimi anni ci si è resi conto che la perimenopausa è un’importante finestra di vulnerabilità per lo sviluppo di sintomi depressivi. Tuttavia, si avverte la carenza di raccomandazioni cliniche su come diagnosticare e trattare il problema.
Il documento include cinque aree:
1) epidemiologia;
2) presentazione clinica;
3) effetti terapeutici degli antidepressivi;
4) benefici della terapia ormonale sostitutiva;
5) altre terapie (psicoterapia, movimento fisico, prodotti naturali).
Secondo le evidenze raccolte, la maggior parte delle donne che vengono colpite da depressione clinica nella perimenopausa hanno già sofferto di episodi depressivi negli anni precedenti.
I sintomi legati alla depressione si intrecciano con quelli tipici della menopausa (vampate, disturbi del sonno, dolori articolari) e con le sfide psico-sociali che l’età comporta, il che rende il quadro clinico da gestire molto più complesso.
Le più valide opzioni terapeutiche per la depressione in generale (antidepressivi, psicoterapia) costituiscono il trattamento di prima linea anche nella depressione perimenopausale, senza contare i benefici della terapia estrogenica sostitutiva, soprattutto nelle donne affette da concomitanti sintomi vasomotori.

top


© 2018 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.