EN

Intimità e piacere: quanto contano le dimensioni di lui?

Intimità e piacere: quanto contano le dimensioni di lui?

12/05/2011

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

E’ un “mito” profondamente radicato nella testa di (quasi) tutti i giovani maschi: più i genitali sono grandi, meglio è. In realtà, non è così: i ginecologi sanno, per esempio, che un terzo circa delle giovani affette da persistente dolore ai rapporti, e da vestibolite vulvare conseguente all’infiammazione dell’introito vaginale, hanno un partner dotato più della media.
Che fare dunque, perché la generosa anatomia di lui non si trasformi in un destino di dolore per lei?
In questa “Love FAQ” in collaborazione con Deejay TV, la professoressa Graziottin illustra:
- che cos’è la vestibolite vulvare e perché si può accompagnare alla penetrazione dolorosa;
- come rendere la vagina accogliente e proteggerla dalle abrasioni meccaniche determinate dal rapporto;
- le qualità veramente importanti per essere un maschio “doc”: capacità di amare con il giusto mix di tenerezza e aggressività, qualità e solidità dei sentimenti, rispetto e attenzione anche per il piacere di lei.

Per gentile concessione di Deejay TV

Vestibolite vulvare - Le schede della Fondazione Alessandra Graziottin

Parole chiave:
Adolescenti e giovani Dolore ai rapporti / Dispareunia Vestibolite vulvare / Vestibolodinia provocata

Iscriviti alla newsletter