Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
30/01/2014

Il bacio, componente essenziale dell'intimità


Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

A cura di: Luciano Onder

Intervista rilasciata a margine dell’86° Congresso Nazionale della Società Italiana di Urologia (SIU), Riccione, 5-8 ottobre 2013, in occasione del quale la professoressa Graziottin ha tenuto una relazione su “La potenza segreta del bacio”.
Il bacio, componente essenziale dell'intimità

Sintesi del video e punti chiave

Farmaci giusti e assunti con continuità, stili di vita sani, baci appassionati: sono questi, in una coppia affiatata, i pilastri della terapia contro i disturbi dell’erezione. Perché il medicinale, da solo, non basta: l’amore si fa con il corpo e con il cuore, e sono tutte le dimensioni del desiderio e della passione che vanno recuperate per tornare ad avere una sessualità soddisfacente per entrambi.
Che cosa succede quando si bacia profondamente? Che effetto ha il bacio sull’erezione? Perché, per curare un deficit erettivo, sono indispensabili anche i farmaci e stili di vita equilibrati?
In questa intervista curata da Luciano Onder, la professoressa Graziottin illustra:
- tre importanti processi biologici innescati dal bacio d’amore: percezione dei feromoni del/della partner, tramite i recettori contenuti nella bocca; attivazione estesa della corteccia cerebrale; specifica attivazione dell’area ventrale-tegmentale, che tramite l’ossitocina coordina le emozioni dell’amore romantico e “scrive” nel cervello chi ci rende profondamente felici;
- come il bacio, inoltre, attivi nell’uomo il centro dell’erezione e, nella donna, il centro dalla lubrificazione, e sia quindi un potente acceleratore di una risposta fisica ed emotiva completa;
- i problemi fisici che possono favorire il deficit erettivo e che devono essere affrontati con farmaci e stili di vita: invecchiamento dei vasi sanguigni, diabete, squilibri ormonali, sindrome metabolica (di cui l’aumento del girovita è il primo segnale);
- perché il movimento fisico regolare è amico anche dell’erezione;
- perché, nonostante la sua efficacia, la cura farmacologica viene spesso abbandonata dopo poco tempo;
- come agisce il vardenafil sublinguale e perché, durante il tempo d’azione del farmaco, è opportuno dare spazio ai baci.

Per gentile concessione di MedLine.TV

top


Audio e video stream correlati:
Menopausa – Parte 7: l'intimità della coppia
Il bacio, l'espressione più profonda dell'attrazione

Parole chiave:
Bacio - Disturbi dell'erezione / Disfunzione erettile - Farmaci vasoattivi - Rapporto di coppia - Sport e movimento fisico - Stili di vita


© 2014 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.