Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
stampa
13/04/2016

Testosterone: l'ormone amico dell'orgasmo delle donne


Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano


“Cara Professoressa, sento dalle sue parole che lei, a noi donne, vuole veramente bene! Ho 57 anni, sono in menopausa da 8, e ho un problema che può sembrare banale ma che a me rovina la vita: il mio orgasmo è diventato inesistente. Questo mi fa sentire vecchia e inadeguata, anche se dimostro meno dei miei anni perché ho seguito con cura stili di vita sani, come lei sempre raccomanda. Cosa posso fare? La terapia ormonale per la menopausa con gli estrogeni e il progesterone, che già faccio, non basta!”.
Maria Carla R. (Venezia)

top

Ha ragione, gentile signora. La terapia con estrogeni e progesterone, dopo la menopausa, è eccellente per la salute (quando sono rispettate indicazioni e controindicazioni), ancor più se unita a stili di vita sani, ma può non essere sufficiente per proteggere e valorizzare la capacità di orgasmo. Per risentire quel piacere intenso e felice ci vuole il testosterone!
Ma non è un ormone maschile? Diranno le lettrici. Sì, ma l’abbiamo anche noi donne, a livelli che sono un decimo di quelli maschili. Pochi sanno, tuttavia, che nelle donne il testosterone è presente in quantità superiori agli estrogeni. Anche nelle donne, a dosi normali, fisiologiche, è essenziale per la salute del cervello, dei muscoli, dell’osso, dell’apparato cardiovascolare e del metabolismo, per tenere bassi i livelli di infiammazione… e per l’orgasmo.
Il testosterone è prodotto dalle ovaie, dai surreni, dal tessuto adiposo. Il picco di produzione è a vent’anni. A cinquanta abbiamo già perso il 50% del testosterone totale, ma perdiamo ben l’80% se vengono asportate le ovaie (ovariectomia) con conseguente menopausa chirurgica e rischi pesanti (e tutt’ora trascurati) per la salute.
Per migliorare la risposta orgasmica è necessario integrare la terapia ormonale, che già fa, con una pomata al testosterone “galenica”, ossia preparata dal farmacista, che deve essere un preparatore certificato con adeguato laboratorio. Viene applicata sui genitali nella quantità indicata dal medico che la prescrive. Dopo tre mesi di applicazione il miglioramento è evidente, dopo sei mesi la donna è proprio contenta. Un caro saluto e buon divertimento!

top

Prevenire e curare - Testosterone in crema per applicazione locale

Esistono due tipi di preparazione galenica:
1) al testosterone propionato al 2% in vaselina filante quanto basta a grammi cento;
2) al testosterone di derivazione vegetale in pentravan, una crema che ne aumenta l’assorbimento. E’ possibile avere la preparazione in un dosatore, approvato dalla Food and Drug Administration (FDA), che consente di sapere esattamente quanto ormone viene somministrato con ogni dose, anche nella preparazione galenica.

top

Parole chiave:
Disturbi dell'orgasmo / Anorgasmia - Menopausa / Sintomi menopausali - Orgasmo - Terapia ormonale locale - Testosterone

stampa

© 2016 - RCS Periodici

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.