EN

Contraccezione ormonale: perché protegge dal cancro ovarico

“In questo Paese molti parlano male della contraccezione ormonale. E una delle questioni più dibattute è se protegga o meno dai tumori. Lei, che è una avvocata della pillola, che cosa ne dice? Ci tutela dal cancro, o lo provoca?”.

Contraccezione ormonale: perché protegge dal cancro ovarico

14/05/2021

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

La risposta in sintesi

Oggi ci concentriamo sul cancro ovarico, e sulla variazione dei rischio quando la donna assuma un contraccettivo ormonale: pillola, cerotto transdermico, anello vaginale.
In questo video, illustro:
- come la contraccezione ormonale riduca il rischio di tumore dell’ovaio dell’8 per cento per ogni anno d’uso;
- la riduzione del rischio totale dopo dieci anni di contraccezione ininterrotta;
- perché mettere a riposo l’ovaio abbatte nettamente il rischio oncologico;
- che cosa avviene con l’ovulazione, e perché si parla di fenomeno infiammatorio;
- in quali donne si registrano i benefici maggiori;
- che cosa si intende per “chemioprotezione” e per “fattore di prevenzione primario”.

Realizzazione tecnica di Monica Sansone

Cancro dell'ovaio Chemioprotezione Contraccezione ormonale Infiammazione Ovulazione

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su questo e altri temi di salute e benessere con la nostra newsletter quindicinale

Iscriviti alla newsletter