Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
13/07/2014

La contraccezione ormonale riduce la depressione: un recente studio statunitense


Graziottin A.
La contraccezione ormonale riduce la depressione: un recente studio statunitense
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

Commento a:
Keyes KM, Cheslack-Postava K, Westhoff C, Heim CM, Haloossim M, Walsh K, Koenen K.
Association of hormonal contraceptive use with reduced levels of depressive symptoms: a national study of sexually active women in the United States
Am J Epidemiol. 2013 Nov 1; 178 (9): 1378-88. doi: 10.1093/aje/kwt188. Epub 2013 Sep 15

Accertare le correlazioni esistenti fra contraccezione ormonale e disturbi dell’umore nelle giovani donne: è l’obiettivo del lavoro di K.M. Keyes e collaboratori, del Dipartimento di Epidemiologia della Columbia University a New York, USA.
Circa l’80% delle giovani statunitensi sessualmente attive fa ricorso alla contraccezione ormonale: ma le ricerche volte a investigare il rapporto fra contraccezione e depressione sono scarse, nonostante l’ipotesi che gli estrogeni e il progesterone giochino un ruolo non secondario in questo ambito.
Gli Autori hanno studiato 6.654 donne sessualmente attive e non in stato di gravidanza, di età compresa fra i 25 e i 34 anni. Le donne che assumevano contraccettivi ormonali sono state confrontate con quelle che utilizzavano contraccettivi non ormonali o che non facevano alcun tipo di contraccezione. I sintomi depressivi sono stati valutati con la “Center for Epidemiologic Studies” Depression Scale.
Nell’arco di età preso in considerazione, rispetto alle donne che assumevano contraccettivi non ormonali di bassa efficacia o che non facevano alcun tipo di contraccezione, le donne che adottavano la contraccezione ormonale hanno mediamente mostrato:
- più bassi livelli di sintomi depressivi (β = -1.04, 95% CI: -1.73, -0.35);
- una minore propensione al tentativo di suicidio nell’anno precedente alla rilevazione (OR = 0.37, 95% CI: 0.14, 0.95).
Questi dati, concludono gli Autori, indicano come la contraccezione ormonale possa giocare un ruolo nella cura e nella prevenzione della depressione nelle giovani donne, funzione che andrà verificata con studi epidemiologici sistematici.

top



FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.