Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
11/11/2018

Gravidanza: l'effetto di alcol e droghe sullo status nutrizionale materno e sulla salute del feto


Graziottin A.
Gravidanza: l'effetto di alcol e droghe sullo status nutrizionale materno e sulla salute del feto
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

Commento a:
Sebastiani G, Borrás-Novell C, Casanova MA, Pascual Tutusaus M, Ferrero Martínez S, Gómez Roig MD, García-Algar O.
The effects of alcohol and drugs of abuse on maternal nutritional profile during pregnancy
Nutrients. 2018 Aug 2;10(8). pii: E1008. doi: 10.3390/nu10081008.

Valutare l’impatto di alcol e droghe sullo status nutrizionale della donna in gravidanza e sulla salute del feto. E’ questo l’obiettivo della review coordinata da Giorgia Sebastiani ed espressione di due importanti realtà medico-scientifiche di Barcellona: l’Unità di Neonatologia dell’Hospital Clinic-Maternitat e il Barcelona Center for Maternal Fetal and Neonatal Medicine presso l’Hospital Sant Joan de Déu.
Il consumo di alcol e droghe in gravidanza è significativamente aumentato nel corso degli ultimi decenni. Un adeguato status nutrizionale materno è indispensabile per garantire un ambiente ottimale per lo sviluppo fetale: se l’abuso interferisce con l’assorbimento dei principi nutritivi, il potenziale teratogenico dell’alcol e delle droghe aumenta considerevolmente. Eppure, nonostante le evidenze oggi disponibili sull’importanza di un’adeguata alimentazione nelle madri affette da dipendenze (e di un progressivo affrancamento dalle dipendenze stesse), l’informazione è ancora molto carente e non raggiunge con efficacia le fasce a rischio della popolazione.
L’abuso di alcol e droghe, in particolare, può compromettere l’assorbimento di numerosi micronutrienti: vitamine, omega 3, acido folico, zinco, colina, ferro, rame, selenio. E questa carenza si trasmette al feto, con un aumento del rischio di restrizione della crescita intrauterina (Intrauterine Growth Restriction, IUGR) e del disturbo dello spettro fetale alcolico (Fetal Alcohol Spectrum Disorder, FASD).
E’ dunque fondamentale elaborare una strategia sanitaria ed educazionale per ridurre:
- la dipendenza materna da alcol e droghe;
- i danni fisici e neurologici fetali correlati all’abuso materno di alcol e droghe, a maggior ragione se associato a un’alimentazione inadeguata dal punto di vista quantitativo e qualitativo.

top



FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.