Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
01/02/2010

Fisiopatologia dell'ipolubrificazione


Scarselli G.F. Rovei V. Graziottin A.
Fisiopatologia dell'ipolubrificazione
in: Jannini E.A. Lenzi A. Maggi M. (Eds), Sessuologia Medica. Trattato di psicosessuologia e medicina della sessualità, Elsevier Masson, Milano, 2007, p. 360-364

L’ipolubrificazione, portata in consultazione in forma di “secchezza vaginale”, è il sintomo spia di molteplici condizioni biologiche, psicosessuali e/o relazionali. Esse possono contribuire al sintomo in qualità di fattori predisponenti, precipitanti e/o di mantenimento, variamente interagenti nel singolo caso. Sta al clinico decodificarne il significato con un’accurata anamnesi che con un equilibrato sguardo diagnostico sappia approfondirne le diverse componenti eziologiche, potenzialmente diverse nella singola donna (e coppia), per disegnare poi una terapia multimodale adeguata.

top


Allegati disponibili:
Full text del capitolo


Per gentile concessione di Elsevier Masson

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.