Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
27/09/2010

Effetti delle terapie oncologiche sulla sfera sessuale: come tutelare la fertilità femminile - Seconda parte


Graziottin A.
Effetti delle terapie oncologiche sulla sfera sessuale: come tutelare la fertilità femminile - Seconda parte
Testo della Lettura tenuta al Corso ECM di aggiornamento in Oncologia Medica su “La gestione del paziente oncologico: effetti collaterali delle cure oncologiche e terapie di supporto”, organizzato dall'Istituto Nazionale Tumori "Fondazione G. Pascale", Napoli, 17-18 giugno 2010, Abstract Book, p. 45-48

La maternità è una componente essenziale dell’identità sessuale femminile. La perdita della fertilità, secondaria a chirurgia, chemio o radioterapia (pelvica o total body) lede a fondo il senso di femminilità e può causare una perdita motivazionale sostanziale del desiderio sessuale (“Che senso ha avere rapporti se non posso più avere un figlio?”).
Sfortunatamente, le donne in età fertile, trattate per tumore, ricevono raramente informazioni adeguate su quanto le cure oncologiche possano ledere il loro potenziale riproduttivo e su come preservare la fertilità prima di iniziare il trattamento oncologico. Un’informazione appropriata è pertanto essenziale prima di iniziare la terapia.

top


Allegati disponibili:
Full text della seconda parte della lettura


FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.