Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
12/10/2009

Disfunzioni sessuali nella sclerosi multipla e prospettive riabilitative


Graziottin A. Serafini A.
Disfunzioni sessuali nella sclerosi multipla e prospettive riabilitative
Sottini C. (a cura di), Sclerosi multipla 2008, Atti del Congresso Internazionale su "Sclerosi Multipla 2008: nuove prospettive. Sinergie diagnostico-terapeutiche per l'ottimizzazione del processo di recupero", organizzato dalla U.O. "Riabilitazione Specialistica", Azienda Spedali Civili di Brescia, Brescia, 6-9 marzo 2008, Promodis Italia Editrice, Brescia, 2008, p. 43-52

La Sclerosi Multipla (SM) è malattia neurodegenerativa, a eziologia ancora sconosciuta, che colpisce il sistema neuromotorio. Presenta importanti comorbilità, per esempio con l’ansia, la fatigue e la depressione. Quest’ultima che costituisce il più importante disturbo psichiatrico nei pazienti con SM. Inoltre, la SM può avere ripercussioni critiche sulla vita sessuale delle persone colpite, tanto maggiori quanto più giovane è l’età di insorgenza, quanto maggiore la depressione associata (che influisce massicciamente sul desiderio e la responsività sessuale), quanto più rapida è l’aggressività del decorso e pesanti gli effetti collaterali delle terapie effettuate. Variabili importanti sono anche l’impatto della malattia sulla vita professionale e di relazione.
L’obiettivo della presentazione è valutare l’impatto della Sclerosi Multipla sull’identità, la funzione e la relazione sessuale femminile, focalizzando l’attenzione sulla fisiologia della risposta sessuale e sulle emozioni ad essa associate, oltre che sui sintomi cerebellari e l’anorgasmia. Verranno poi brevemente indicati i principi cardinali della riabilitazione sessuologica nelle pazienti affette da SM.

top


Allegati disponibili:
Full text dell'articolo


FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.