Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
01/06/2014

Correlazione tra livelli di ferro e creatività: un recente studio giapponese


Graziottin A.
Correlazione tra livelli di ferro e creatività: un recente studio giapponese
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

Commento a:
Takeuchi H, Taki Y, Sekiguchi A, Nouchi R, Kotozaki Y, Nakagawa S, Miyauchi CM, Iizuka K, Yokoyama R, Shinada T, Yamamoto Y, Hanawa S, Araki T, Hashizume H, Kunitoki K, Sassa Y, Kawashima R.
Association of hair iron levels with creativity and psychological variables related to creativity
Front Hum Neurosci. 2013 Dec 18;7:875. doi: 10.3389/fnhum.2013.00875. eCollection 2013

Studiare le correlazioni fra livelli di ferro, creatività e altre variabili psicologiche correlate alla creatività: è l’obiettivo della ricerca condotta da H. Takeuchi e da un gruppo di ricercatori coordinati dalla divisione di Neuroscienze Cognitive della Tohoku University Sendai, Giappone.
Da studi precedenti sappiamo che:
- esiste un’associazione fra la creatività, intesa come capacità di sviluppare idee originali e di qualità, e il sistema dopaminergico;
- il movimento fisico favorisce la creatività;
- il ferro gioca un ruolo chiave sia nel funzionamento del sistema dopaminergico, sia nello svolgimento dell’attività fisica.
A partire da queste premesse, gli Autori hanno cercato di capire se esista una correlazione diretta tra i livelli di ferro rilevabili nei capelli, da un lato, e la creatività e i tratti di personalità coordinati dal sistema dopaminergico (ricerca di novità, estroversione, vigore psicofisico, elevata motivazione), dall’altro.
La ricerca è stata condotta su 254 uomini e 88 donne (età media: 20 anni). La creatività, in particolare, è stata misurata con un test sul pensiero divergente.
Questi, in sintesi, i risultati:
- i livelli di ferro non sembrano essere direttamente correlati con la creatività;
- i livelli di ferro, invece, appaiono correlati in misura significativa con la ricerca di novità (“novelty seeking”), l’estroversione e i livelli di attività fisica.
Queste indicazioni:
- sono congruenti con quanto sappiamo sulle relazioni tra il ferro e il sistema dopaminergico;
- dimostrano come corretti livelli di ferro siano un importante fattore per i tratti di personalità e l’attività fisica che facilitano la creatività;
- confermano indirettamente la correlazione osservabile tra anemia sideropenica e stanchezza, affaticabilità, difficoltà di concentrazione, apprendimento e memoria, assenza di energia vitale, depressione.
La portata, anche clinica, di queste correlazioni andrà indagata da ulteriori futuri studi.

top



FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.