Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
05/04/2015

Atrofia vaginale dopo cancro al seno: un’efficace cura locale a base di estriolo


Graziottin A.
Atrofia vaginale dopo cancro al seno: un’efficace cura locale a base di estriolo
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

Commento a:
Buchholz S, Mögele M, Lintermans A, Bellen G, Prasauskas V, Ortmann O, Grob P, Neven P, Donders G.
Vaginal estriol-lactobacilli combination and quality of life in endocrine-treated breast cancer
Climacteric. 2015 Apr; 18 (2): 252-9. doi: 10.3109/13697137.2014.991301. Epub 2015 Jan 20

Valutare l’efficacia di una combinazione di estriolo vaginale a bassissimo dosaggio e lattobacilli nella cura dei disturbi sessuali in donne con atrofia vaginale e in cura con inibitori delle aromatasi a seguito di un cancro al seno: è questo l’obiettivo dello studio di Stefanie Buchholz e collaboratori, del dipartimento di Ostetricia e Ginecologia presso lo University Medical Center di Regensburg, in Germania.
L’analisi è stata condotta su 16 donne in menopausa. I sintomi conseguenti all’atrofia sono stati valutati con una scala a 11 livelli (0 = nessun disturbo; 10 = la peggior situazione possibile). I parametri relativi alla sessualità e l’aderenza alla cura sono stati registrati in un diario individuale e con il questionario “Female Somatic Sexual Experience Instrument” (FSSEI).
Le pazienti hanno ricevuto un trattamento iniziale di 4 settimane (0.03 mg di estriolo al giorno), seguito da una terapia di mantenimento per 8 settimane (0.03 mg di estriolo tre volte la settimana).
Questi, in sintesi, i risultati:
- la secchezza vaginale è migliorata in modo continuativo da un punteggio mediano di 8 all’inizio dello studio a un punteggio di 4 alla fine del trattamento iniziale, e di 2 alla fine della terapia di mantenimento;
- 14 donne (88%) avevano una normale attività sessuale prima della diagnosi di cancro;
- all’inizio dello studio, solo 3 (19%) erano sessualmente attive;
- al termine dei trattamenti, 10 donne (63%) avevano un’attività sessuale, e di queste 7 (44%) avevano rapporti completi.
La terapia combinata a base di estriolo locale e lattobacilli può quindi produrre significativi benefici sulla qualità della vita sessuale delle donne in menopausa curate con inibitori delle aromatasi a seguito di un cancro al seno.

top



FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.